Una vita cambiata radicalmente con un Gratta e Vinci da 20 euro. E’ bastato un numero per vincere 5 milioni di euro. Ecco cosa ne ha fatto il fortunato.

Gratta e vinci camionista
Foto © AdobeStock

A volte la vita può cambiare radicalmente nell’arco di una giornata. Altre volte, invece, basta un semplice gesto per ritrovarsi a essere una persona diversa. Comprare un Gratta e Vinci per molti è qualcosa che rientra nell’ordinario. Eppure, per quanto si provi a inquadrarlo come tale, è tutt’altro che qualcosa da prendere sotto gamba. Può capitare di farne un vizio, perlopiù non ripagato. Trascorrere anni a provarci senza vincere mai, o comunque senza riuscire a centrare somme in grado davvero di ripagarci delle spese.

Ma può capitare anche il contrario. Comprare un tagliando per gioco o per tentare la fortuna e scoprire che, in quel momento, la dea bendata sta dando una sbirciata proprio dalla nostra parte. E’ quello che è capitato a un autotrasportatore di Corsico, nel Milanese, che dopo aver acquistato un Gratta e Vinci si è ritrovato fra le mani una vittoria da capogiro. Un importo da sogno, raggiunto riuscendo a trovare solamente un numero. Il 46.

Gratta e Vinci fortunato: quanto ha vinto il camionista

L’uomo, un camionista trentatreenne originario della provincia di Torino, ha acquistato il tagliando in un tabaccaio della cittadina di Corsico, poco più di 33 mila abitanti, alle porte di Milano. La ricevitoria di Via Caboto si è illuminata improvvisamente quando, dopo aver grattato un Gratta e Vinci della serie del nuovo “100 X”, l’uomo ha scoperto di aver investito i suoi 20 euro nel modo più fortunato possibile. Fra i numeri usciti, infatti, ecco sbucare il 46 che, guarda un po’, nella Smorfia napoletana sta a significare proprio il denaro (‘E denare).

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci rubato, brutte notizie per la pensionata: oltre al danno, la beffa?

Inutile dire che, in quel momento, la vita del ragazzo sia cambiata radicalmente. Nell’arco di pochi secondi, da normale lavoratore si è ritrovato milionario. Il giusto premio per una vita di sacrifici facendo un lavoro stancante, fatto di viaggi tra Francia, Svizzera e Spagna. Una parte di quei soldi li ha regalati a sua madre, altri ancora li ha destinati al futuro di suo fratello. Senza dimenticare una donazione a un centro animali non convenzionali nel suo paese d’origine. Una serie di gesti generosi che, una volta tanto, rendono chiaro come il premio sia finito nelle mani giuste.