Attenzione a quello che circola in rete. Il Bonus Irpef annunciato per agosto a cifre pazze non ci sarebbe stato. L’allerta della Fondazione consulenti del lavoro.

Bonus Irpef 2021
Foto © AdobeStock

Torna l’appuntamento con il Bonus Irpef in busta paga, con un tarlo che resta nelle menti dei contribuenti. Per il mese di settembre, il dispendio sarà a favore di tutti o non ci sarà? Il dubbio scaturisce da quanto accaduto il mese scorso, in realtà più voci che notizie effettive, su dei dispendi ritenuti più pesanti a favore dei lavoratori. In alcuni casi, si è parlato addirittura di 1.880 euro in più in busta paga. Voci appunto, ma sufficienti a scatenare il dibattito sulla corposità del bonus e, soprattutto, sull’effettiva erogazione. Il primo dubbio da sciogliere, è quello relativo al cosiddetto “Bonus Draghi”.

La notizia è che, per il mese di settembre, non ci sarà da aspettarsi il Bonus Irpef. La Fondazione Studi consulenti del lavoro, infatti, ha invitato i lavoratori a fare attenzione ai contenuti veicolati su internet, ricordando che il bonus non ci sarà a settembre così come non c’è stato ad agosto. In questo senso, anche il “Bonus Draghi” viene indicato come una deviazione. Nessun provvedimento, infatti, è stato varato per lo scorso mese. Tanto meno così corposo da regalare quasi 2 mila euro in più in busta paga.

Bonus Irpef, l’allerta: “Attenzione alle fake news”

Come riferito dalla Fondazione Studi consulenti del lavoro, i bonus annunciati come legati all’accrescimento della busta paga e finiti sotto il nome “fake” di Bonus Draghi, possono essere inquadrati semplicemente come delle detrazioni fiscali ai fini Irpef, da applicare mensilmente per i lavoratori. Detrazioni riconosciute esclusivamente dal datore di lavoro, che agisce in questo caso in qualità di sostituto di imposta. Impossibile, peraltro, che arrivino ad “accumularsi” nei mesi di agosto e settembre, men che meno fino a importi monstre come 1.880 euro.

LEGGI ANCHE >>> Busta paga, bonus Irpef in arrivo? Meglio fare chiarezza

Stesso discorso anche per i pensionati. Il Bonus Irpef di settembre, il fantomatico Bonus Draghi, non sarà destinato a nessuno che percepisca il trattamento pensionistico. Anche questo è stata una notizia circolata in rete ma bollata come fake news, allo stesso modo dell’accredito in busta paga per i lavoratori dipendenti. Nella divulgazione fallace, sarebbe inoltre risultato che per i lavoratori a termine il Bonus sarebbe stato leggermente inferiore (1.380 euro): una fake anche questa.