Obiettivo degli italiani è trovare il connubio perfetto tra qualità e convenienza mentre si fa la spesa. Nel 2021 i supermercati che aiutano a realizzarlo sono sei.

Adobe Stock

Alcune catene di vendita di prodotti alimentari e di vario genere sono più apprezzate di altre dagli italiani. Le motivazioni alla base della scelta della posizione occupata in una ipotetica classifica di gradimento sono legate al risparmio e alla qualità dell’offerta. I cittadini vogliono mangiare bene spendendo il giusto. Economizzare al massimo la spesa acquistando alimenti e articoli di qualità sono stati gli elementi che hanno permesso ad Altroconsumo di identificare sei grandi catene come i migliori supermercati in cui recarsi per fare la spesa.

La classifica dei migliori supermercati secondo gli italiani

Il parere dei cittadini è fondamentale per poter migliorare l’offerta e aumentare la competitività sul mercato. Questo principio vale soprattutto per i supermercati, luogo in cui tutte le famiglie si recano – chi quotidianamente chi settimanalmente – per acquistare beni di prima necessità.

Il miglior servizio del 2021 viene offerto da sei supermercati in particolare che si caratterizzano rispetto agli altri per una serie di elementi più che soddisfacente. Le catene in questione sono Iper, Esselunga, CoopFi, Ipercoop, Eurospin e Aldi. Il giudizio complessivo di apprezzamento non scende mai al di sotto del 70%, ottima percentuale che supera di gran lunga la soddisfazione per gli acquisti da Carrefour Iper, Conad City, Carrefour Express, Market e Familia. Nello specifico, il primo posto occupato da Iper ha ricevuto il 96% dei voti. Segue Esselunga con il 94%, CoopFi e Ipercoop con il 92%, Eurospin con il 91% e in coda troviamo Aldi con un 90% di soddisfazione.

Leggi anche >>> Supermercati, a ogni Regione i suoi prezzi: ecco dove si risparmia di più

Cosa influisce sul parere dei cittadini

Gli italiani per stabilire quale supermercato sia migliore tra tante possibilità fanno riferimento ad alcuni elementi specifici. Il primo elementi che incide notevolmente sulla percentuale di apprezzamento è la qualità dei prodotti. Parliamo di una incidenza dell’87% che supera di un punto percentuale l’importanza della pulizia e dell’igiene del locale insieme ai prodotti da banco in vendita.

Il prezzo è un’ulteriore variabile considerata dai consumatori così come la varietà dell’assortimento (rispettivamente l’85 e l’82%). Altro elemento è la facilità con cui si raggiunge il punto di interesse a cui si aggiunge in egual misura il servizio alla clientela (influenza del 75%).