Rincari in vista su tutti i fronti: scuola, energia, carburante. Per le famiglie, l’autunno in arrivo si prospetta estremamente complicato.

Inflazione Codacons famiglie
Foto © AdobeStock

Settembre è ormai in entrata ma l’autunno in arrivo non si prospetta poi così colorato per gli italiani. Anzi, secondo il Codacons per le famiglie del nostro Paese c’è il rischio che le ragioni per ricordarselo non siano di quelle positive. Il problema è il rincaro in arrivo e che riguarderà diversi ambiti della vita dei consumatori. La stangata d’autunno, secondo l’associazione, arriverà nella misura di 1.500 euro in media per ogni famiglia italiana.

Decisamente un brutto ritorno dalle vacanze estive. Dalle bollette al materiale per la scuola, i prossimi mesi si annunciano estremamente complicati. Senza contare le difficoltà già incontrate nel corso di un 2021 che, anziché una ripartenza, ha riservato ulteriori complicazioni. Secondo il Codacons, prezzi e tariffe subiranno un’impennata a cominciare proprio dal rientro a scuola dei ragazzi. La lista della spesa, in pratica, comincia subito.

Codacons, allarme rosso: i rincari che peseranno sulle famiglie

Una nota dell’associazione fa sapere che, con il ritorno sui banchi, tra libri e materiale scolastico vario si andrà incontro a una vera e propria batosta. Innanzitutto, diari e zaini, astucci e quaderni, costeranno in media il 3,5% in più rispetto a un anno fa. Mediamente, il corredo a studente arriverà a costare non meno di 550 euro. Inoltre, per quanto riguarda i libri d testo, si raggiungeranno non meno di 1.200 euro. Una spesa enorme, dovuta non tano a rincari fisiologici quanto all’inflazione crescente.

LEGGI ANCHE >>> Bolletta, effetto inflazione: preparatevi alla stangata

Si conferma, quindi, il trend al rialzo dei prezzi al dettaglio. Sarà, in sostanza, il costo della vita tutto ad aumentare sensibilmente. Ogni famiglia italiana, secondo il Codacons, dovrà tenere in conto che nel solo periodo autunnale ci si troverà di fronte a un esborso pari a 189 euro in più rispetto allo scorso anno. Un incremento dovuto al rincaro dei listini. Tutti gli ambiti della vita quotidiana saranno interessati. Si andrà dal + 75 euro a famiglia per l’acquisto del carburante all’innalzamento dei prezzi in bolletta. Per le tariffe energetiche, infatti, si stima un + 24,5 euro a famiglia fra ottobre e dicembre. Tutto sommato, la batosta in arrivo è di quelle da ricordare: 1.488,5 euro in più a nucleo familiare. E non siamo nemmeno in inverno.