Con il nuovo bonus tv per la rottamazione si possono avere fino a 150 euro di sconto per acquistare una nuova televisione. Come fare per poterlo richiedere

Bonus tv
Fonte Unsplash

I sussidi inerenti le televisioni sono ormai all’ordine del giorno. Il passaggio sempre più vicino al nuovo digitale terrestre impone l’aggiornamento dei propri apparecchi televisivi e quindi quale migliore occasione per prenderne uno nuovo?

Il vecchio bonus tv da 50 euro (che si concretizza con uno sconto in fattura al momento dell’acquisto) può dare una mano in tal senso, ma il Governo ne ha introdotto un altro che può dare ancor di più nuova linfa a questo passaggio storico. Vediamo di cosa si tratta e perché risulta così allettante per i cittadini.

Bonus Tv da 150 euro: come funzione e come ottenerlo

In pratica il sopracitato indennizzo si aggiunge anche il bonus rottamazione da 100 euro, che fa si che per acquistare un nuovo dispositivo si possa avere fino a 150 euro da parte dello Stato, a patto che si rientri in un ISEE di massimo 20.000 euro. Niente male considerando che le offerte in tal senso non mancano e con l’aggiunta di una somma di denaro non così esorbitante si può acquistare una tv con tanto di segnale per il nuovo digitale terrestre. 

Questo provvedimento ha una duplice finalità, ovvero erogare un contributo anche a coloro che hanno redditi sopra i 20.000 euro all’anno e consentire lo smaltimento del vecchio apparecchio in modo corretto e soprattutto nel pieno rispetto dell’ambiente.

Infatti, la previsione è che ci saranno circa 200.000 tonnellate di RAEE, cioè i rifiuti elettronici di grandi dimensioni. Grazie al nuovo incentivo anche questa attività appare molto meno preoccupante rispetto alle previsioni inziali.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Tv e Bonus rottamazione: la cumulabilità ha un prezzo

C’è tempo e modo per fare il tutto per bene e con la massima tranquillità. Il definitivo switch off e il passaggio definitivo a livello nazionale al segnale DVB-T2 avverrà a giugno 2022. 

Diverso il discorso della riassegnazione delle frequenze, che poterà a dover risintonizzare le televisioni. Avverrà con tempistiche diverse a seconda delle zone d’Italia. Nel caso in cui già si disponga di una televisione pronta al cambiamento epocale, non c’è bisogno di cambiarla e quindi di utilizzare il bonus rottamazione tv.