Tidal è una piattaforma musicale che fa concorrenza a tutti gli altri big del settore, e a ben vedere sono le peculiarità delle offerte che fanno la differenza. I dettagli.

Pixabay

Il mondo della musica, nel corso degli ultimi anni, sta subendo un cambiamento epocale che è collegato all’espansione delle funzionalità del web. Si può pacificamente affermare che il settore musicale sia profondamente mutato rispetto anche solo ad un decennio fa, e oggi il CD e il vinile sono parte di un passato lontano.

Nel 2021 gli appassionati possono ascoltare musica con maggiore facilità, in streaming, vale a dire versando una quota mensile e senza scaricare nulla.

Ecco perchè le aziende attive nel settore di certo non mancano e dopo il successo di Spotify, Apple Music e altre piattaforme, negli ultimi tempi sta avendo un grande seguito Tidal, vale a dire servizio che si distingue dagli altri per alcune caratteristiche di rilievo. E’ insomma assai interessante capire che cos’è Tidal, come funziona e qual è il costo. Lo vedremo di seguito, evidenziando i tratti cruciali delle sue offerte.

Tidal: la piattaforma di streaming musicale

Dare una definizione di che cos’è Tidal non è di certo operazione complessa. Abbiamo innanzi una piattaforma streaming globale di musica, non così diversa da Spotify, che consente a colui che paga per il servizio, di ascoltare musica come e quando vuole. Questo servizio musicale è la soluzione ideale per tutti coloro che non possono fare a meno della qualità audio e che non intendono recarsi in negozio per effettuare l’acquisto del brano musicale o della compilation desiderati.

In breve, Tidal è un player del settore musicale tra i maggiori del mercato, lanciato non molto tempo fa, ossia nel 2014 dalla norvegese Aspiro. Nel 2015 il progetto è stato comprato da un’altra società, Project Phanter Bidco, al vertice guidata dal discografico, rapper e produttore americano Jay-Z, marito di Beyoncè. “Abbiamo creato Tidal per i fans”, le sue parole, parlando della piattaforma in oggetto “C’è più che semplice musica. Ci sono video, concerti in esclusiva, biglietti per gli eventi in anteprima, eventi sportivi. Tidal è il posto in cui gli artisti possono dare di più ai propri fans senza intermediari […] Le nostre azioni parleranno più forte delle parole. Abbiamo creato Tidal per portare alla gente la migliore esperienza e per aiutare gli artisti per concederla ai fans ancora ed ancora”.

In effetti la missione sembra riuscita: oggi i servizi Tidal sono disponibili in 55 Paesi, e consentono – come accennato – di ascoltare musica in ogni luogo e momento, senza interruzioni pubblicitarie. Questa piattaforma globale di musica si pone in chiara concorrenza con Spotify che ne contiene al momento un numero di brani inferiore. E i numeri premiamo Tidal, giacchè gli utenti crescono costantemente giorno dopo giorno.

Tidal offre musica di altissima qualità audio

Il punto a favore di Tidal rispetto a tutte le aziende concorrenti è il servizio di musica di elevata qualità audio, che come è ben noto, è aspetto fondamentale per chi ascolta musica. Infatti, si può agevolmente notare che la piattaforma offre una qualità del suono premium e video in alta risoluzione, curati nel minimo dettaglio da esperti del settore.

Su Tidal l’iscritto al servizio può ascoltare tutto ciò che desidera. Infatti, nella piattaforma musicale sono disponibili oltre 70 milioni di brani e più di centinaia di migliaia video di alta qualità. Inoltre vi sono playlist di ogni tipo, prodotte in rapporto ai propri gusti personali e mix differenti che consentono di scoprire nuovi generi musicali. Ma Tidal offre anche tanti podcast, suddivisi in più categorie.

Servizi Tidal: chi sono i destinatari?

Per quanto riguarda il target di utenza, Tidal è una piattaforma che può essere utilizzata potenzialmente da chiunque. Infatti, non c’è alcun limite di età, essendo questa una piattaforma musicale, che offre contenuti a ogni genere di appassionato. Ma attenzione: l’offerta Tidal va oltre il mero ascolto di brani. Infatti la piattaforma offre anche la possibilità di partecipare ad esperienze reali, come ad es. concerti con artisti famosi o emergenti; ma anche contatti diretti tra i fan e i loro artisti preferiti.

Ecco perchè Tidal è anche un mezzo per farsi conoscere, se si è artisti emergenti e si vuole puntare al grande pubblico. La piattaforma dà loro la possibilità di pubblicare la propria musica senza aver una etichetta discografica. Non solo: dentro Tidal è presente una sezione nella quale gli esperti selezionano gli artisti emergenti e li promuovono presso un pubblico più ampio attraverso il programma denominato Tidal Rising.

In linea generale, gli utenti Tidal hanno a disposizione un catalogo infinito, ma soprattutto versatilità di ascolto, fra i dispositivi mobili e quelli fissi, varie tipologie di abbonamento e un’altissima qualità audio. Pertanto, i giovanissimi ne sono soddisfatti per via del piano Premium con un costo contenuto e delle agevolazioni per gli studenti, mentre gli audiofili apprezzano la cura di tutti i dettagli. Inoltre, in virtù degli accordi della società, alcuni gestori di energia elettrica e operatori telefonici mettono in campo delle promozioni che sono collegate proprio ai servizi musicali Tidal e che si possono attivare online con più vantaggi. Per esempio c’è l’offerta ad hoc di Vodafone, visualizzabile qui.

Servizi Tidal: quali le piattaforme supportate?

Ci si potrebbe ovviamente chiedere su quali piattaforme è utilizzabile Tidal. Ebbene, Tidal è un servizio online, accessibile direttamente da un browser web. È sul mercato un’applicazione da scaricare sul proprio PC e anche su mobile che consente di ascoltare musica nel proprio smartphone o anche su tablet. Ovviamente, è rintracciabile sia sull’App Store che su Android ed è compatibile con la maggior parte dei dispositivi, o per lo meno con tutti quelli di ultima generazione. Ma attenzione: l’utente del servizio può avvalersi di Tidal anche tramite vari sistemi audio domestici e applicazioni come Bluesound e Wadia.

Come accennato, l’offerta Tidal può essere sfruttata agevolmente sul proprio PC o Mac e sullo smartphone Apple oppure Android. E il servizio streaming è compatibile con molti altri dispositivi, come le Smart TV Samsung e AndroidTV, la AppleTV, Chromecast di Google e FireTV di Amazon. Sono compatibili anche diversi strumenti audio smart, come gli speaker di Pioneer e Oppo, e le auto di Mercedes e Volkswagen. E non è finita qui: è possibile usare l’account Tidal su un massimo di cinque dispositivi per ciascun utente. Detta funzione può essere gestita con una pagina del servizio streaming dopo aver effettuato la registrazione.

Ma i servizi Tidal possono essere usati anche offline. Infatti, negli smartphone Android ed Apple è possibile fare il download dei brani o delle playlist e poi ascoltarli senza connessione web.

In ogni caso, in questa pagina web del sito ufficiale di Tidal, è possibile avere un’idea di quelli che sono i dispositivi supportati che consentono di usare i servizi di questa piattaforma.

Ascoltare musica grazie a Tidal: come funziona il servizio?

Come accennato, il servizio in oggetto è disponibile come app ufficiale in tutti gli store. Si può fare il download dell’applicazione sia su smartphone Android che Apple. Per Mac e PC invece la piattaforma mette a disposizione sul sito web ufficiale un player musicale per fare il download dei brani oppure per riprodurli.

Inoltre, chi vuole può scaricare un software ad hoc, per integrare le funzioni del sito web. Ciascun utente ha a disposizione il proprio account in cui sono registrati i generi e gli artisti preferiti. L’interfaccia è intuitiva e semplice da utilizzare. Tidal inoltre offre anche la sezione “Esplora” nella quale si possono cercare nuovi contenuti, e la sezione “Video”.

In una differente sezione che si chiama “La mia musica” sono inclusi tutti i brani divisi in album, artisti e playlist, la cronologia di quelli scaricati e la facoltà di creare mix personalizzati. Non solo: la musica che si ascolta può essere trasferita in dispositivi esterni in modalità Wi-Fi. Tutte le volte che l’utente ascolta un singolo è possibile ottenere alcune informazioni fra cui la qualità dell’audio.

Tra poco vedremo in dettaglio le offerte a pagamento di Tidal, ma prima vogliamo accennare alla prova gratuita del servizio. Per attivare Tidal occorre andare sul sito o scaricare l’app ed effettuare la registrazione. Dopo aver immesso la mail e la password si potranno ascoltare tutti i brani che si desidera. In linea generale, Tidal offre come accennato, una prova gratuita che pari a 30 giorni di durata, nei quali si può sfruttare tutta la piattaforma di streaming musicale, per capire se rispecchia quanto desiderato.

Per sfruttare Tidal a costo zero, però è obbligatorio immettere sempre un metodo di pagamento (Paypal o carta di credito). Il periodo di prova si può interrompere in ogni momento ed è sempre a zero euro. Pertanto, conclusosi detto periodo, l’utente potrà decidere di proseguire con l’uso di Tidal o fermarsi. Vedremo più avanti nell’articolo che al momento Tidal ha messo in campo un’offerta promozionale che prevede ben 3 mesi di utilizzo gratuito in prova della piattaforma.

Servizi Tidal: come registrarsi e creare un account

Se si vuole sperimentare i servizi Tidal la prima cosa da fare è creare un account ad hoc. Si tratta peraltro di un’operazione molto facile. L’interessato può effettuare l’iscrizione, utilizzando il proprio indirizzo email oppure con altri metodi che ora vedremo. Si può andare sul sito ufficiale di Tidal con il browser e selezionare “Avvia prova gratuita”, disponibile in alto a destra. Ecco di seguito come ci si può iscrivere:

  • iscrizione con un email: occorre compilare il campo dell’email e creare una password nella pagina di registrazione. Di seguito l’utente deve cliccare su Continua. Nella panoramica dell’account si puoi selezionare l’abbonamento e aggiungere un metodo di pagamento;
  • registrazione via account Facebook: occorre cliccare su Facebook e dunque accedere all’applicazione quando Tidal lo richiede. In seconda battuta, serve cliccare su Continua e poi passare alla pagina del metodo di pagamento. Si può dunque inserire il metodo di pagamento prescelto e cliccare su Continua;
  • registrazione con account Twitter: l’utente deve cliccare su Twitter e poi accedere all’applicazione. Dopo deve cliccare su Continua e poi entrare nella pagina del metodo di pagamento. Inserito il metodo di pagamento, è possibile cliccare su Continua.

Nel caso in cui l’utente sia iscritto ma abbia dimenticato la password, può entrare nella sezione apposita per riuscire a recuperarla.

Ma attenzione a questo importante dettaglio: l’interessato può accedere alla prova gratuita di trenta giorni – 3 mesi ora in promozione speciale – soltanto se si tratta di nuovo utente. Ciò significa che se è già stato provato il servizio Tidal con registrazione account già effettuata, non si può ottenere una seconda prova a costo zero.

Tariffe Tidal: ecco quali sono i pacchetti disponibili

A questo punto soffermiamoci sui contenuti dell’offerta Tidal anche e soprattutto in riferimento ai costi, per capire in concreto quanto bisogna sborsare per avere della musica di elevata qualità audio.

Due sono i piani proposti dalla piattaforma, ossia Premium e HiFi: vediamo separatamente come funzionano.

Tariffa Premium Tidal: le caratteristiche e i costi del piano

  • 9,99 € al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità del suono standard;
  • 320 KBPS (BUONO);
  • Oltre 70 milioni di canzoni disponibili;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Tariffa HiFi Tidal: le caratteristiche e i costi del piano

  • 19,99 € al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità audio HiFi;
  • 1411 KBPS (MEGLIO);
  • Suono in qualità Master;
  • 2304-9216 KBPS (MIGLIORE);
  • Dolby Atmos;
  • Sony 360 Reality Audio;
  • Oltre 70 milioni di canzoni;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Piano Tidal Family: quanto costa’

Tidal offre distinti piani in fase di registrazione, per ottenere alcune interessanti funzionalità. Come si può leggere nella pagina web ufficiale, il piano Family parte dal costo di 14,99 euro al mese e prevede la possibilità di aggiungere fino a 5 account con un abbonamento ad hoc.

Abbonamento Premium Family: le caratteristiche e i costi del piano

  • 14,99 € al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità del suono standard;
  • 320 KBPS (BUONO);
  • Oltre 70 milioni di canzoni;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Abbonamento HiFi Family: Le caratteristiche e i costi del piano

  • 29,99 € al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità audio HiFi;
  • 1411 KBPS (MEGLIO);
  • Suono in qualità Master;
  • 2304-9216 KBPS (MIGLIORE);
  • Dolby Atmos;
  • Sony 360 Reality Audio;
  • Oltre 70 milioni di canzoni;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Il piano Tidal Family è dunque combinabile sia con la tariffa Premium sia con quella HiFi e come su può leggere nel sito web ufficiale, si tratta di un’offerta opportuna “ovunque vada la tua famiglia. Ascolta quando vuoi e su qualsiasi dispositivo, che tu sia offline, in mezzo alla natura, a casa o in macchina. Dalle integrazioni audiofili ai dispositivi intelligenti e televisori per un facile ascolto informale, tutti possono godere di TIDAL esattamente come vogliono”. Ciò a conferma di quanto la tecnologia sia essenziale per la piattaforma in oggetto.

Piano Family Tidal: tutto quello che c’è da sapere

Ci si potrebbe domandare come fare a passare ad un piano Family Tidal. Ebbene, in qualità di titolare dell’account principale, l’utente deve entrare nella sezione Tidal Family su my.tidal.com e selezionare “Passa al piano famiglia”. Così si può scegliere il tipo di abbonamento – Premium o HiFi – per proseguire.

Mentre aggiungere un membro della famiglia, è molto semplice. Occorre andare nella sezione Tidal Family su my.tidal.com e selezionare “Aggiungi un membro della famiglia”. Dopo aver immesso l’indirizzo email del familiare, sarà inviata un’email direttamente da Tidal per configurare il nuovo account del familiare.

Inoltre, i membri della famiglia hanno accesso alle identiche caratteristiche rispetto a quelle dell’abbonamento dei genitori.

Piano Tidal Student: di che si tratta?

Come si può leggere nel sito web ufficiale, ad introduzione di questa offerta: “Gli studenti delle scuole superiori e delle università hanno il 50% di sconto sui piani TIDAL Premium e HiFi”. La piattaforma per la musica ha dunque ideato un’offerta esclusiva per uno specifico target di utenti, legato all’età e alla formazione. Nella relativa pagina web si può leggere che il piano Tidal Student è “il tuo miglior accessorio per la palestra, per una sessione di studio o per prepararsi ad una serata. Tidal offre più sconti e piani rispetto a qualsiasi altro servizio di streaming. Riteniamo che l’audio di alta qualità non debba avere un prezzo elevato. Nessuna pubblicità mai. È così semplice. Goditi uno streaming illimitato e senza pubblicità quando hai bisogno di sintonizzarti su tutto il resto“. Parole chiare che certamente sono in grado di invogliare molti giovani quanto meno a provare il servizio. Lo ribadiamo: come si può agevolmente notare di seguito, gli studenti delle scuole superiori e delle università hanno il 50% di sconto sui piani Tidal Premium e HiFi.

Abbonamento Student Premium: caratteristiche chiave

  • 4,99 euro al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità del suono standard;
  • 320 KBPS (BUONO);
  • Oltre 70 milioni di canzoni;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Abbonamento Student HiFi: caratteristiche chiave

  • 9,99 € al mese;
  • 30 giorni di prova gratuita;
  • Qualità audio HiFi;
  • 1411 KBPS (MEGLIO);
  • Suono in qualità Master;
  • 2304-9216 KBPS (MIGLIORE);
  • Dolby Atmos;
  • Sony 360 Reality Audio;
  • Oltre 70 milioni di canzoni;
  • Ascolto senza pubblicità e offline con skip illimitati;
  • Playlist curate da esperti;
  • Video, streaming live ed eventi esclusivi.

Piano Student Tidal: come ottenerelo

Come accennato, questo piano può rivelarsi assolutamente vantaggioso per una specifica fascia d’età: infatti Tidal offre uno sconto del 50% sui livelli di abbonamento a studenti universitari idonei e studenti delle scuole superiori di almeno 16 anni. Come sempre, per ogni nuova iscrizione sarà possibile una prova gratuita, di seguito verrà applicata la tariffa scontata. Ovviamente si tratta di una iniziativa che può essere annullata in ogni momento.

Attenzione però ad alcune precisazioni degne di nota. Infatti, tutti gli account scontati debbono ricontrollare l’idoneità ogni 12 mesi. Ciò per evidenti ragioni di sicurezza. Ma in ipotesi non sia possibile essere immediatamente verificati, è possibile che sia chiesto di contattare SheerID . Per questa via, l’utente sarà aiutato nel processo di verifica e avrà ulteriori istruzioni per completarla.

Da rimarcare altresì, che vi sono alcuni documenti da usare per la verifica. Ci riferiamo alla lettera di iscrizione ufficiale; al programma delle lezioni per il periodo in corso; alla registrazione o ricevuta di iscrizione; al libretto universitario; alla ricevuta delle tasse scolastiche o di immatricolazione, all’orario delle lezioni per il semestre corrente. In particolare, la documentazione deve mostrare in modo nitido e completo la appartenenza all’utente del servizio.

L’offerta limitata Tidal: prova di 3 mesi a costo zero

Lo abbiamo accennato in precedenza. In questo periodo, Tidal ha previsto una interessante offerta promozionale. Lo scopo chiaramente è quello di attrarre nuovi utenti, a discapito delle aziende concorrenti. Perciò se si è alla ricerca di un valido servizio di streaming musicale,  è un’offerta recentemente lanciata da Tidal che  potrebbe fare al caso vostro. E’ possibile sperimentare a costo zero il servizio non per 30 giorni ma 3 mesi.

Si tratta di un’iniziativa promozionale che è stata annunciata attraverso la pagina Facebook ufficiale di Tidal Italia. Da qui si può notare che esclusivamente i nuovi utenti possono sfruttare un’offerta che concede gratuitamente Tidal Hi-Fi e Premium per 3 mesi. Alla fine del periodo promozionale, la sottoscrizione si rinnoverà in modo automatico al prezzo mensile ordinario. Ma l’utente è ovviamente libero di cambiare idea.

Questa offerta comporta che per 3 mesi gli utenti idonei potranno ascoltare un fornitissimo catalogo di musica a costo zero (risparmiando in concreto decine di euro). Come abbiamo ricordato sopra, generalmente il servizio darebbe una prova gratuita di 30 giorni, ma questa iniziativa intende evidentemente fare breccia negli indecisi tra una piattaforma e l’altra.

Come in sintesi pubblicato nella pagina web relativa, il messaggio agli utenti è molto chiaro: “Vivi 90 giorni di Tidal gratuitamente. Annulla in qualsiasi momento prima della scadenza del periodo di prova e non verrà applicato alcun addebito, oppure continua ad ascoltare” al costo di 9,99 euro al mese o 19,99 euro al mese (Premium o HiFi). Rimarchiamo nuovamente che si tratta di offerta valida solo per i nuovi account.

LEGGI ANCHE >>> Offerte Digi Mobil, caratteristiche, costi ed opinioni dei clienti

Servizi Tidal: come pagare e come annullare i pagamenti

La chiarezza vuole essere un tratto primario dell’intera proposta di Tidal al pubblico. Ecco perchè pagare su Tidal è molto semplice. Effettuata la registrazione al sito, creato il proprio account, e deciso quale abbonamento fare, occorre soltanto immettere i dati della carta e l’abbonamento è attivato. Finiti i giorni di prova gratuiti, sarà addebitato il costo dell’abbonamento prescelto. È possibile pagare con VISA, Mastercard, AmEx e anche tramite PayPal.

Anche annullare i pagamenti è operazione molto facile. Infatti, se nel corso del periodo di prova a costo zero ci si è accorti che Tidal non è uno strumento adatto alle proprie necessità o se semplicemente si vuole annullare l’iscrizione, l’iter di annullamento può essere intrapreso in ogni momento. Ecco di seguito le istruzioni di riferimento. Ma attenzione: se il pagamento per i servizi Tidal avviene attraverso terze parti, si dovrà annullare con queste ultime.

Sito web Tidal:

  • Accesso al sito ufficiale della piattaforma streaming, con nome utente e la password;
  • Accesso alla sezione “Abbonamento” e clic su “Annulla il mio abbonamento”;
  • Conferma della cancellazione.

Android:

  • Accesso col nome utente e la password;
  • Accesso alla sezione “La mia musica”, poi clic su “Impostazioni”, e “Modifica profilo”;
  • Poi “Gestisci abbonamento”, e clic su “Abbonamento” e per finire su “Annulla abbonamento”.

Invece in caso di Apple Wallet/iTunes, ossia se ci si è registrati direttamente dal proprio iPhone e Apple Wallet, l’utente deve entrare nel sito ufficiale di Apple e annullare l’abbonamento da lì.

Vi è altresì da ricordare che non è possibile cancellare il proprio account Tidal. Infatti, se è vero che è possibile disattivare il proprio abbonamento o il rinnovo, l’account resterà comunque attivo. Ciò serve per dare al pubblico la possibilità di riattivare il servizio nell’ipotesi si dovesse cambiare idea. Ma comunque nessun reale problema: infatti, dopo aver disattivato l’abbonamento, sarà sufficiente cancellare l’applicazione dal proprio dispositivo e l’account diventerà automaticamente inattivo.

Conclusioni: perché scegliere Tidal

In questo articolo abbiamo visto perchè l’offerta Tidal merita sicuramente considerazione, ma di seguito vogliamo ricapitolare in sintesi quali sono gli elementi essenziali che giocano a favore di questa piattaforma musicale.

Gli aspetti positivi di Tidal e che pongono la piattaforma su un piano superiore rispetto agli altri servizi di streaming musicali sono rappresentati dalla qualità dell’audio e anche dal contenuto esclusivo reso disponibile in anteprima dai musicisti. Questo fattore è certamente apprezzato dai fan di un certo cantante o gruppo.

Inoltre, gioca a favore di Tidal il fatto che sia di proprietà degli artisti. Ciò rende questo servizio il primo al mondo di proprietà di chi è ai vertici del mondo della musica. La finalità era quella di ripristinare il valore della musica, mettendo in campo un servizio che fosse davvero degli artisti. Da rimarcare che tra gli artisti presenti alla conferenza stampa di presentazione del 2015, c’erano star come Beyoncé e Madonna, presentatisi sul palco come alcuni dei comproprietari del servizio di streaming musicale. In virtù di questo evento, che tra gli appassionati non è di certo passato inosservato,  Tidal ha fatto sapere di aver ottenuto più di 100mila nuovi abbonati.

Infine, non si può non tenere presente che i costi delle offerte sono tutto sommato esigui, anche in rapporto all’amplissimo catalogo di pezzi disponibili; e sono previsti i piani Family e Student che certamente hanno vantaggi degni di nota. Tutti elementi che giocano in netto favore di questa piattaforma musicale e che ne spiegano in sintesi il successo.