Metti la nonna in freezer è la commedia di Fabio de Luigi e Miriam Leone in onda stasera su Rai Movie. Dietro il divertimento si celano, però, fatti di cronaca reali.

Web

Nel 2018, Fabio de Luigi e Miriam Leone sono stati protagonisti della commedia Metti la nonna in Freezer. Risate e divertimento celano in realtà una triste verità presente nella nostra società. Il film, infatti, non è frutto di una invenzione ma si è ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti. Giancarlo Fontana e Giuseppe Stati hanno egregiamente diretto la commedia tratta da vita vera seguendo la sceneggiatura di Fabio Bonifacci.

La trama di Metti la nonna in Freezer

Miriam Leone interpreta Claudia, una ragazza restauratrice e artista che può vivere delle sue passioni solamente grazie alla pensione della nonna, l’attrice Barbara Bouchet. Nel momento in cui la nonna viene a mancare, Claudia si ritrova stretta nella morsa della burocrazia. Sentendo le sue lamentele, le amiche della ragazze le suggeriscono di truffare il sistema e di non dichiarare la morte della nonna. Claudia segue il loro consiglio e si ritrova a dover nascondere il cadavere in casa per poter continuare a ricevere la pensione.

Entra in scena Fabio de Luigi che interpreta Simone, un finanziere moralista che ha cieca fiducia nella giustizia. Simone, integerrimo e obbediente alla Legge, si innamora di Claudia, inconsapevole del segreto che nasconde. Ne nascono scene divertenti e surreali, anzi no, reali perché l’ispirazione viene da fatti di cronaca.

Leggi anche >>> I Me contro Te fanno mangiare la polvere a Fast & Furious: è record per Luì e Sofì

La realtà dietro la finzione

Divertimento, ironia, romanticismo, la commedia Metti la nonna in freezer è capace di intrattenere il pubblico piacevolmente fino alla fine. Eppure tutta la trama si ispira ad un fatto di cronaca accaduto realmente. Un’anziana donna è stata messa nel freezer da un suo parente per poter continuare a incassare la pensione. Il produttore della pellicola Nicola Giuliano ha avuto l’idea leggendo la cronaca sul giornale.

La tragedia sembrerebbe essere avvenuta in Piemonte, a Bellavista di Trivero, nel mese di settembre del 2016. La nonna deceduta era un’anziana di 103 anni che viveva con il figlio 63enne. E’ stato grazie ai vicini della donna che l’episodio increscioso è venuto a galla insospettiti dal fatto di non vedere più l’anziana ultracentenaria. Questo è solo un episodio ma, purtroppo, la cronaca ne riporta molti altri. L’obiettivo è sempre lo stesso, incassare la pensione del parente appena deceduto.