Patente, occhio alla scadenze: queste le nuove date

L’allungamento dello stato di emergenza al 31 dicembre ha cambiato qualcosa nelle pratiche di rinnovo della patente di guida.

Patente
Foto © AdobeStock

Dalla scadenza imminente a una dilazione di oltre sei mesi. La questione del rinnovo della patente di guida ha risentito, come tutto il resto, dell’impatto della pandemia. La documentazione in scadenza era già stata destinataria di una proroga, almeno per quella con data ultima al 31 luglio 2021. Tuttavia, visto lo stato di emergenza ulteriormente allungato e le oggettive difficoltà di conciliare precauzioni anti-Covid e gestione delle pratiche, il prolungamento delle tempistiche potrebbe godere di un ulteriore rafforzamento.

La platea delle scadenze, infatti, si allarga ora a quelle ricadenti nel periodo compreso fra il 31 luglio e il 31 dicembre 2021. In sostanza, la validità di una patente inclusa fra queste date, passa al 31 marzo del prossimo anno. E’ stato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a inoltrare specifica comunicazione, diffusa dalla Motorizzazione Civile sul suo portale web, elencando tutte le novità previste. L’oggetto resta la patente di guida, in tutte le sue categorie.

Patente, slittano i rinnovi: la circolare del Ministero

La circolare ministeriale fa riferimento alle patenti con scadenza compresa fra il 31 gennaio 2020 e il 31 maggio 2021, specificandone la validità fino al 31 marzo 2022. Ovvero, 90 giorni dopo la cessazione dello stato di emergenza. Statuto che, rispetto alla precedente data fissata al 31 luglio 2021, con il decreto di luglio è stato allungato fino a fine anno (31 dicembre). Per quanto riguarda le scadenze fra l’1 giugno 2021 e il 30 giugno 2021, la validità sarà per i 10 mesi successivi. Per le scadenze fra l’1 luglio 2021 e il 31 dicembre 2021, invece, si arriverà al 31 marzo. In questo caso, sarà il novantesimo giorno successivo alla data della cessazione dell’emergenza sanitaria.

LEGGI ANCHE >>> Patente di guida, la grana del rinnovo: piccoli consigli, grandi risparmi

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per quanto riguarda la circolazione negli altri Paesi dell’Unione europea con una patente di guida rilasciata in Italia, faranno fede ancora le indicazioni del Ministero dei Trasporti. Con una patente scaduta tra l’1 settembre 2020 e il 30 giugno 2021, si potrà circolare ancora nei 10 mesi successivi alla scadenza normale. Altre possibilità riguardavano le patenti scadute fra l’1 febbraio 2020 e il 31 maggio 2020 (validità fino a 13 mesi dopo) e fra l’1 giugno 2020 e il 31 agosto 2020 (validità fino all’1 luglio 2021). Per qualcuno, quindi, è già ora di rinnovare. Per altri il momento verrà relativamente presto. Vale la pena di ricordare, comunque, che la proroga varrà solo per la circolazione. La patente come documento di riconoscimento verrà considerata a tutti gli effetti scaduta. Per la serie, meglio ricordarsi la carta d’identità.