Canone Rai, voci confermano: sta per accadere qualcosa di eclatante

A breve tutto potrebbe cambiare per quel che riguarda il canone Rai. Novità in vista per una delle tasse più contestate.

Rai
Rai (Adobe)

Buone notizie per gli italiani e per tutti quelli che, in generale, mal sopportano la condizione di dover pagare il canone della tv di Stato direttamente attraverso la bolletta dell’energia elettrica. Si discute da molto di questa possibilità, da quando il Governo Renzi decise di accorpare le due cose. Il motivo risiedeva nella certezza, in questo, modo del pagamento dello stesso canone. Le critiche da allora sono assolutamente decise.

Quello che non è ancora chiaro è cosa potrebbe succedere stando alle indiscrezioni che arrivano dal Governo. Si potrebbe tornare al vecchio metodo, quello cioè del bollettino singolo comprendente il solo canone Rai. In questo caso, però, bisognerebbe inasprire i controlli e rendersi conto che con maggiore occhio sull’intera dinamica potrebbero essere evitati moltissimi casi di evasione. Gli italiani, dovrebbero continuare, insomma a pagare il canone.

Come ottenere l’esenzione dal canone Rai: tutte le indicazioni

In ogni caso si potrebbe andare verso un ritorno alle origini, alle condizioni sussistenti prima che si decidesse di accorpare il canone Rai alla bolletta dell’energia elettrica. Per procedere alla richiesta di esenzione, possibilità prevista in assenza di tv. In questo caso si può compilare un apposito modulo ed inviare il tutto attraverso i canali ufficialmente riconosciuti. La procedura può essere effettuata via web, tramite caf o commercialista.

In ogni caso i canali ufficialmente accettati sono i seguenti:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • tramite il Fisconline, servizio telematico il cui accesso è possibile attraverso il ortale  dell’Agenzia delle Entrate in prima persona o con delega; o attraverso un intermediario abilitato
  • via pec allegando i moduli e con firma digitale all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it
  • via posta ordinaria i modulo inviati con raccomandata A/R ad Agenzia delle entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino

Chiaramente dichiarando il falso in casi del genere si potrebbe arrivare a coinvolgimenti di natura penale con la giustizia. In ogni caso, come osservato, è possibile essere esenti dal pagamento del canone Rai, ovviamente, però, dicendo la verità, dichiarando la verità, sempre, in ogni caso.