Pensione, il paradiso fiscale è a un’ora di volo dall’Italia: ecco dove

Esiste un Paese, a solo un’ora di volo dall’Italia, dove si pagano poche tasse. Entriamo nei dettagli e scopriamo di quale si tratta.

pensioni paradiso fiscale
Foto © AdobeStock

Il lavoro si rivela essere una parte importante della nostra vita. Proprio grazie all’attività lavorativa, d’altronde, è possibile attingere a quella fonte di reddito necessaria per riuscire a far fronte alle varie necessità quotidiane. Allo stesso tempo non si può negare come spesso, alle prese con i vari impegni e scadenze da rispettare, il lavoro si presenti anche una fonte di problemi. Non stupisce, pertanto, che siano in molti a non vedere l’ora di maturare i requisiti necessari per poter finalmente accedere al trattamento pensionistico e dedicarsi alle proprie passioni.

Proprio in tale ambito sono in tanti ad essere curiosi di scoprire quali saranno le prossime mosse del governo a guida Draghi per quel che concerne la riforma delle pensioni. Una misura che dovrebbe portare con sé delle importanti novità, soprattutto per quel che riguarda i requisiti necessari. In attesa di scoprire come cambierà il sistema pensionistico italiano, interesserà sapere che esiste un Paese, a solo un’ora di volo dall’Italia, dove si pagano poche tasse. Ma di quale si tratta? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

Pensione, in Tunisia il paradiso fiscale per i dipendenti pubblici italiani

Esiste un Paese, a solo un’ora di volo dall’Italia, che si rivela essere un vero e proprio paradiso fiscale per i pensionati del Bel Paese. Si tratta della Tunisia che, nel corso degli ultimi anni, sta diventando meta preferita dei pensionati italiani, tra cui ex statali. A tal proposito, infatti, è bene ricordare che molti dipendenti pubblici, per legge, non possono beneficiare della fiscalità agevolata se si trasferiscono all’estero.

Con la Tunisia, però, esistono degli accordi che permettono di beneficiare di un regime fiscale favorevole. In particolare, coloro che trasferiscono la propria residenza in Tunisia possono beneficiare di un regime di tassazione non superiore al 5%. Un dato non affatto indifferente, soprattutto considerando che in Italia la percentuale media è pari al 30%. Un risparmio notevole, che fa capire il motivo per cui molti pensionati decidono di trasferirsi in Tunisia.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, la scomoda verità: tutto quello che c’è da sapere

Qui, infatti, è possibile godere di notevoli vantaggi economici rispetto all’Italia, con il costo della vita che, allo stesso tempo, risulta notevolmente inferiore. Se poi si considera il clima, caldo tutto l’anno, è facile capire perché la Tunisia sia  diventato il terzo Paese con il maggior numero di pensionati italiani, dopo Malta e Portogallo.