La Legge di Bilancio 2021 include una misura dedicata agli amici a quattro zampe, il Bonus animali domestici. 

Pixabay

Tra le misure ideate dal Governo per sostenere economicamente le fasce più deboli della popolazione troviamo un bonus dedicato ai proprietari di cani e gatti. Le persone e le famiglie che possiedono un animale domestico sono sempre più numerose. Sostenere le spese per accudire nel migliore dei modi gli animali da compagnia, però, può rivelarsi dispendioso soprattutto in caso di visite dal veterinario o acquisto di farmaci. Ecco, dunque, che è stato creato un bonus ad hoc che consiste in una detrazione fiscale per le spese veterinarie.

Bonus animali domestici, un importante novità

L’agevolazione per i proprietari di cani e gatti è denominata Bonus animali domestici. Si tratta di un rimborso per le spese veterinarie effettuate per poter accudire e assistere gli animali da compagnia. La misura tende a sostenere chi si fa carico di una adozione salvando un cane o un gatto da una vita in un canile o gattile.

Soprattutto nel periodo della pandemia tante persone hanno deciso di adottare un animale ma già nel 2019 si è riscontrato un aumento del numero di cani e gatti accolti in casa. Parliamo di 8 mila cani e 10 mila gatti. Il 2020 ha visto crescere questo dato del 15%. La scelta, però, comporta dei compiti che spesso possono rivelarsi decisamente cari.

Come funziona la detrazione

Un aiuto per sostenere le spese per i propri animali domestici si ha con il relativo bonus. Nel 2021 il limite massimo della detrazione è stato aumentato passando da 500 a 550 euro. La franchigia è di 129,11 euro, invariata rispetto l’anno precedente. In generale, la detrazione è del 19% delle spese veterinarie effettuate per gli amici a quattro zampe. Il calcolo, dunque, parte dall’importo totale delle spese ammesse da cui occorrerà detrarre la franchigia per poi calcolare il 19% sul risultato ottenuto.

L’importo massimo che si potrà ottenere con il Bonus animali domestici è fissato a 80 euro con il limite di 550 euro.

Leggi anche >>> Cresce l’attesa per il nuovo bonus: il conto alla rovescia parte da 800 (euro)

Requisiti per ottenere il Bonus

Il rimborso massimo è indipendente rispetto al numero di animali che si possiede. In più, può essere richiesto una sola volta all’anno. Beneficiari sono tutti i proprietari di cani e gatti residenti in Italia. Non è previsto un limite reddituale e le spese ammesse riguardano interventi chirurgici, visite veterinarie, esami di laboratorio e l’acquisto di farmaci. I farmaci acquistati senza ricetta, i mangimi, il cibo e gli antiparassitari sono esclusi dal Bonus.

Ricordiamo, infine, che per poter usufruire della detrazione occorrerà sostenere le spese ammesse pagando con bancomat, carta di credito, bonifico postale o bancario. Il contante è consentito solamente per alcune spese particolari come l’acquisto di farmaci e strumenti medicali.