Viaggiare in modo economico si può. O quantomeno in modo tale da non dover sostenere costi aggiuntivi in autostrada. Ecco come.

Autostrada
Foto © AdobeStock

Estate, tempo di vacanze e inevitabilmente di code in autostrada. Perché è vero che alcune misure sono state predisposte per rendere meno pesanti i tempi di percorrenza in caso di lavori (come il Cashback che rimborsa gli automobilisti al casello) ma è vero pure che il traffico è fido compagno di viaggio. Specie quando si sceglie di trascorrere le proprie ferie al di fuori della nostra città nel periodo generalmente di maggior esodo.

Le riaperture dopo il periodo di restrizione hanno consentito di tornare a muoversi per il Paese, soprattutto grazie alle zone bianche. Pur non avvicinandosi ai numeri pre-pandemia, gli italiani hanno cercato di non rinunciare alle vacanze, prediligendo muoversi in auto rispetto ad altri mezzi. Questo ha fatto sì che 84 italiani su 100 abbiano effettuato almeno un viaggio in macchina, con tutti i costi che questo comporta.

Risparmio in autostrada, i 10 consigli utili

A ogni modo, come per ogni cosa dispendiosa, anche il viaggio può essere affrontato risparmiando qualcosa. Basta rendersi conto che il viaggio in autostrada comporta alcuni costi che possono essere quantomeno ammortizzati semplicemente prendendo alcune contromisure. Ad esempio, il rifornimento di carburante in autostrada non conviene in termini di prezzo, poiché mediamente sarà un esborso superiore. Meglio pensarci prima di partire quindi. Olio, acqua, liquido raffreddante: controllare i “livelli” può essere una buona regola, così da non ritrovarsi in viaggio con un inconveniente che ci costringerebbe a soste impreviste e a inevitabili costi.

LEGGI ANCHE >>> Cashback in Autostrada, il rimborso passa al casello: come funziona

Stesso discorso per cibi e bevande. Portare tutto da casa eviterebbe soste troppo lunghe e, naturalmente, costi aggiuntivi legati all’acquisto. Il resto del risparmio matura mentre si è alla guida: viaggiare nelle ore più fresche per evitare di far troppo ricorso all’aria condizionata, così come viaggiare a una velocità costante e non sovraccaricare troppo gli pneumatici con carichi aggiuntivi come box o portapacchi sul tetto. Anche il monitoraggio della pressione delle gomme è importante, poiché una pressione inferiore alla soglia esatta alzerebbe inevitabilmente il livello di consumi. Inoltre, dotarsi di un telepass consentirebbe di evitare lunghe code ai caselli. Va bene il cashback ma il risparmio di tempo significa risparmio di consumi.