L’esenzione dal ticket sanitario viene predisposta al maturare di determinate condizioni. Non solo quella dell’età ma anche del reddito.

Ticket sanitario
Foto © AdobeStock

E’ una di quelle esenzioni alle quali si diventa più “affezionati” quella dal ticket sanitario. L’ottenimento corrisponde a una fase particolare della nostra vita e richiede, oltre al raggiungimento di una determinata fascia d’età, anche di una soglia di reddito ben precisa. Esistono, quindi, delle condizioni che consentono di essere esentati dal pagamento delle prestazioni sanitarie solitamente a pagamento, a patto di rientrare nelle prerogative stabilite. In linea di massimo, a essere pagate sono le visite specialistiche, oltre che gli esami di diagnostica strumentale e di laboratorio.

Il requisito essenziale è sicuramente quello dell’età: dai 65 anni in su si potrà usufruire dell’esenzione dal ticket sanitario. Tuttavia, resta fondamentale anche quello del reddito. Rientrano poi nell’agevolazione anche coloro che, compiuto il sessantesimo anno di età, percepiscano una pensione minima e abbiano familiari a carico. Sempre che il reddito resti al di sotto di una determinata soglia.

LEGGI ANCHE >>> Esenzione ticket e Covid, il Decreto Sostegni cambia tutto

Esenzione ticket sanitario: ecco quando si può usufruire dell’agevolazione

Una combinazione di circostanze, quindi. Niente che scatti in automatico, perlomeno non nel senso classico del termine. Per usufruire dell’esenzione dal ticket sanitario occorrerà adeguare il proprio standard di vita a una situazione reddituale che non vada sopra i 36.151,98 euro. Inoltre, saranno necessarie alcune fra le seguenti condizioni: essere disoccupati o con familiari a carico, i quali appartengano a un nucleo familiare con reddito inferiore agli 8.263,31 euro. Possibile elevazione del limite reddituale a 11.362,05 euro in presenza del coniuge. Per ogni figlio a carico, lo scatto è sempre di 516,46 euro.

LEGGI ANCHE >>> Ticket Sanitario 2021: come ottenere l’esenzione

Altri esenti, coloro titolari di pensioni sociali e i loro familiari a carico; i titolari di pensione minima, con più di sessant’anni e i loro familiari a carico. Tutti dovranno appartenere a un nucleo familiare con i predetti limiti reddituali. Chiaramente, in caso di presenza di patologie specifiche sarà possibile usufruire dell’esenzione dal ticket sanitario. Ad esempio, si tratti di patologie croniche o rare, oppure nel caso di invalidità dovute a ragioni di lavoro, guerra, servizio o atti di terrorismo. Incluse anche le invalidità civili e le vittime del dovere.