Dazn padrona del calcio italiano: a rimetterci però sono sempre gli utenti

Da quest’anno il calcio italiano vivrà una vera e propria rivoluzione. Il monopolio sulla Serie A targato Sky è infatti tramontato.

Dazn
Dazn (Twitter)

Tra qualche settimana prenderà il via la stagione calcistica italiana. La Serie A, che da quest’anno sarà in esclusiva totale sulla piattaforma streaming Dazn. Per Sky che per più di un decennio aveva mantenuto una posizione quasi monopolistica sul calcio italiano resteranno le briciole, tre incontri per ogni giornata, ma in co esclusiva con la stessa Dazn. La rivoluzione targata Dazn riguarda anche il prezzo dell’offerta proposta.

Fino allo scorso 28 luglio, infatti con soli 19,99 euro  al mese Dazn offriva l’intero suo pacchetto di eventi per i prossimi 14 mesi. Allo scadere di questo periodo l’offerta sarebbe passata poi a 29,99 euro . Oggi con la promozione scaduta, è possibile sottoscrivere lo stesso tipo di abbonamento ma a 29,99 euro. Palinsesto che oltre alla Serie A garantisce inoltre Europa League, eventi riguardanti i principali campionati europei e tanto altro ancora.

LEGGI ANCHE >>> Dazn, interviene l’Antitrust: che cosa ha deciso

Quanti abbonamenti bisognerebbe sottoscrivere per guardare tutto il calcio in tv

Come si diceva prima su Dazn sarà possibile assistere ai seguenti eventi in esclusiva: Serie A, Serie B, Europa League, Conference League, Uefa Women Champions League, LaLiga,
MLS, Carabao Cup, EFL Championship, FA Cup, Copa Sudamericana, Copa Libertadores. Quello che però di certo non piace ai potenziali abbonati è il fatto che non basterà soltanto un abbonamento per assistere a tutto il calcio proposto in tv. La Champions League ad esempio sarà un esclusiva ancora di Sky, oltre che di Mediaset e addirittura di Amazon Prime Video.

Altro interessante spunto consiste nel constatare che trattandosi di una piattaforma streaming Dazn potrà assicurare i propri servizi ai propri utenti attraverso l’utilizzo di una smart tv o comunque di altro supporto che possa garantire la fruizione dell’app della piattaforma. Cosa succede se la nostra smart tv risulta essere troppo datata per poter accedere all’app Dazn? Bhe, utilizzare ad esempio un supporto esterno, tipo Fire Stick targata Amazon, il che comporta ovviamente un’ulteriore spesa, soldi su soldi insomma.

LEGGI ANCHE >>> IPTV svolta clamorosa! La multa ai clienti che vedevano gratis Sky, Danz, Netflix e Amazon Prime

Il campionato è alle porte insomma, ed ancora una volta a farne le spese, nel vero senso della parola sono gli utenti, gli appassionati, i tifosi, costretti a sborsare soldi su soldi per poter assistere allo spettacolo della Serie A e di tanto altro ancora al quale proprio non vogliono rinunciare.