Il conto corrente online BBC Contovunque 2.0 è uno dei prodotti di punta del cd. credito cooperativo. Ecco quali sono i suoi tratti essenziali, i costi da tenere d’occhio e i commenti di chi avuto a che fare con questo prodotto.

Conto corrente
Foto © AdobeStock

Non pochi avranno già sentito parlare delle cd. Banche di Credito Cooperativo, ovvero istituti di credito in cui cooperazione, mutualità e localismo sono parole chiave. Le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali sono strutture caratterizzate da una formula imprenditoriale originale nel suo genere, formata dalle appena citate parole chiave ben combinate tra loro.

Anzi con il termine “Credito Cooperativo” si fa riferimento ad un sistema organizzativo e valoriale collegato ad un fattore certamente originale dell’industria bancaria italiana, ossia quello costituito dalle 249 Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen (Alto Adige), ampiamente dislocate in tutta la penisola da ben oltre un secolo. Basti pensare che la prima Cassa Rurale fu fondata in Italia nel 1883 a Loreggia, vicino Padova.

Qui di seguito analizzeremo in particolare i contenuti del conto corrente online BCC denominato ‘Contovunque 2.0’, per capire quali sono i suoi punti di forza. Di seguito, come al solito, prenderemo in considerazione i pareri di chi ha provato questo prodotto, per cercare di capire qual è l’umore dominante. Facciamo chiarezza.

Conto corrente online BCC: localismo, cooperazione, mutualismo

Prima di spostare l’attenzione sul conto corrente online BCC Contovunque 2.0, facciamo qualche cenno al meccanismo di funzionamento del sistema delle banche di credito cooperativo. Ebbene abbiamo appena detto che questi istituti si caratterizzano per l’elemento del localismo. Essi infatti svolgono le loro attività in un’area ben definita al servizio esclusivo delle comunità di cui sono di fatto, tramite i soci, una espressione diretta.

Cooperazione è altra parola chiave di questi istituti: essi infatti hanno la forma giuridica di società cooperative a mutualità prevalente (art. 45 della Costituzione). In buona sostanza, esse sono formate da soci, persone fisiche o giuridiche, che rappresentano le comunità locali. Peculiarità delle BCC rispetto alle altre banche tradizionali, è che valgono le regole di base delle cooperative, ossia il principio del voto capitario (una testa un voto); e criteri specifici di destinazione degli utili.

Inoltre, nelle banche a cui si può ricondurre il conto corrente online BCC, si applica il cd. principio della mutualità prevalente. In parole più semplici, detti istituti erogano il credito verso i soci in maniera prevalente. Ecco perchè può pacificamente dirsi che esse promuovono la crescita e lo sviluppo sociale ed economico delle realtà locali. E di ciò peraltro si trova traccia nei loro Statuti.

La doppia finalità delle BCC: di che si tratta?

Come si può leggere nel sito web ufficiale del credito cooperativo, scopo delle BCC è realizzare il bene comune, attraverso sia la funzione di intermediario creditizio che di impresa a responsabilità sociale. Non deve dunque stupire che se questa è la mission primaria, nello Statuto tipo di tutte le varie BCC si può leggere che:

“(Art. 2) La Banca […] ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione e l’educazione al risparmio e alla previdenza nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera. La Società si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune”.

E’ chiara insomma la cultura d’impresa del sistema del credito cooperativo. Anzi, la BCC è una banca con una doppia anima: come detto, si tratta sia di intermediazione creditizia , attraverso l’essenziale attività di raccolta di risparmio e di finanziamento, sia della tipica impresa a responsabilità sociale. In buona sostanza, come si può anche notare con il conto corrente online BCC che tra poco vedremo, le banche di Credito Cooperativo – Casse Rurali presentano tutti i servizi bancari finanziari ed assicurativi, al pari delle altre banche. Tuttavia, sussiste la peculiarità rappresentata dal perseguire il benessere dei soci e dallo spingere per lo sviluppo dei territori in cui svolgono le loro funzioni.

LEGGI ANCHE >>> Carta di credito BCC, le opinioni dei clienti non sono tutte uguali: ecco perchè

Conto corrente online BCC Contovunque 2.0: di che si tratta?

Nel sito web ufficiale di banca credito cooperativo Roma si può trovare il prodotto denominato Contovunque 2.0. Si tratta dell’ormai classico conto corrente adatto a chi preferisce operare con canali a distanza (Relax Banking, carte di pagamento, Casse Self Assistite, ATM). Ogni banca che si rispetti prevede infatti un conto gestibile online al 100%, con risparmio di tempo e di costi. Ma attenzione: per aprire detto conto è obbligatoria l’attivazione del servizio Relax Banking ed il rilascio di una carta di debito.

I vantaggi dell’apertura del conto corrente online BCC Contovunque 2.0 sono più d’uno. Infatti, le registrazioni delle operazioni svolte online sono del tutto gratis. Mentre la carta di debito è inclusa nel canone. Analogamente può dirsi per la carta di credito e per il cd. Relax Banking. Detta formula di conto corrente online BCC si rivela assai efficace se il cliente non ha molto tempo e gradisce dunque gestire il proprio conto corrente online, a costi tutto sommato bassi. Grazie al conto corrente online BCC Contovunque 2.0 abbiamo un contratto con cui la banca svolge un servizio di cassa per il cliente consumatore. Infatti, l’istituto custodisce i risparmi del cliente e gestisce il denaro con una vari servizi, quali ad es. versamenti, prelievi di contante e pagamenti nei limiti del saldo.

I servizi del conto corrente online BCC Contovunque 2.0: ecco quali sono

Come accennato, il prodotto in oggetto, che è una interessante offerta della banca di credito cooperativo, è un conto corrente specificatamente dedicato alla clientela consumatrice che intende operare sul conto tramite i canali di utilizzo a distanza (Relax Banking e Carte di Pagamento). Ciò al fine di gestire in autonomia le maggiori operazioni bancarie senza il bisogno di andare fisicamente agli sportelli tradizionali, se non appunto per aprire il conto oppure per ottenere il carnet assegni.

Con il conto corrente online Contovunque 2.0, abbiamo la rinuncia al cartaceo e l’utilizzo della firma grafometrica. Ma al cliente è data facoltà di domandare ed ottenere in ogni momento il ritorno alla modalità cartacea. Ricapitolando, aprire e gestire Contovunque 2.0 comporta i seguenti e caratteristici servizi accessori:

  •  Apertura di credito;
  •  Relax banking famiglia (obbligatorio per l’apertura del conto);
  •  Carta di Debito BCC Cash (obbligatoria per l’apertura del conto);
  • Carta di Credito BCC Classic;
  • Assegni;
  • Bonifici;
  • Fido.

Non è finita qui, perchè il cliente può richiedere a pagamento una Carta Prepagata Tasca o Tascaconto. Ma va pur rimarcato che su Contovunque 2.0 non è possibile ottenere il servizio di trading online, in quanto non fa parte dell’offerta specifica. Tuttavia l’accesso ai servizi bancari non è automatico bensì soggetto alla valutazione, da parte dell’istituto, dei requisiti obbligatori per la concessione e, in ogni caso, comporta la sottoscrizione del relativo contratto caratterizzato dalla specifica informativa di trasparenza.

Conto corrente online BCC Contovunque 2.0: le voci di costo

Come si può leggere nel documento ufficiale contenuto nel sito web BCC, vi sono precise voci di costo, di cui il cliente deve tenere conto. Anticipando che le spese per l’apertura conto sono gratuite, ecco in sintesi quali sono dette voci:

SPESE FISSE (TENUTA DEL CONTO/GESTIONE DELLA LIQUIDITA’):

  • Canone annuo per la tenuta del conto: 24,00 euro (quota mensile 2,00 euro) cui si aggiunge l’imposta di bollo 34,20 euro annui (o nella differente misura stabilita tempo
    per tempo dall’Amministrazione Finanziaria, salvo esenzioni
    previste dalla legge) per un totale complessivo di 58,20€;
  • Tenuta del conto (spese diverse dal canone annuo): zero euro;
  • Spese forfettarie trimestrali: zero euro.

SERVIZI DI PAGAMENTO:

  • Rilascio di una Carta di Debito (Bancomat, Pagobancomat e Maestro): zero euro;
  • Bcc Cash Plus: 26,00 euro;
  • Rilascio di una Carta di Credito BCC Classic: zero euro;
  • Emissione di una Carta Prepagata BCC Tasca: 8 euro;
  • Rilascio di una Carta Prepagata BCC TascaConto: 10 euro;
  • Rilascio moduli assegni: 5 euro;

HOME BANKING:

  • Canone mensile Relax Banking per funzioni informative (Famiglia): zero euro;
  • Canone mensile Relax Banking per funzioni dispositive (Famiglia): zero euro.

SPESE VARIABILI – GESTIONE LIQUIDITA’:

  • Spesa massima unitaria per registrazione operazione (si aggiunge al costo
    dell’operazione): sportello 4 euro, online zero euro;
  • Registrazioni operazioni gratuite trimestrali: sportello nessuna, online tutte;
  • Spese per estratto conto cartaceo (costo trimestrale): 1,80 euro;
  • Costi per estratto conto in formato elettronico: zero euro;
  • Spese per estratto conto allo sportello: cartaceo 0,52 euro; formato elettronico gratis;
  • Costi per estratto conto scalare: cartaceo e formato elettronico gratis;
  • Spese per contabile: cartaceo e formato elettronico zero euro;
  • Spese per documento di sintesi (ed eventuali comunicazioni a garanti di
    finanziamenti regolati in conto corrente): cartaceo un euro; formato elettronico zero euro;
  • Costi per altre comunicazioni: zero euro;
  • Costi per altre comunicazioni con raccomandata: zero euro.

SPESE VARIABILI – SERVIZI DI PAGAMENTO:

  • Prelievo di contante allo sportello automatico presso la stessa banca in Italia: gratis;
  • Prelievo di contante allo sportello automatico presso altra banca in Italia; 1,00 euro;
  • Bonifico SEPA: allo sportello 4 euro; Relax banking 0,30 euro;
  • Ordine permanente di bonifico: 4 euro;
  • Addebito diretto: 0,75 euro;
  • Ricarica carta prepagata: allo sportello 1,50 euro; Relax Banking un euro.

Conto corrente online BCC: come funziona il Relax Banking?

Abbiamo appena visto le caratteristiche chiave del conto corrente online BCC Contovunque 2.0, ma esso si caratterizza anche e soprattutto per il cd. Relax Banking, vale a dire il gruppo di prodotti di Banca Elettronica che permettono di interagire in tempo reale con la BCC di Roma attraverso il web.

In particolare, il prodotto Relax Banking include servizi rivolti alla clientela privata (Relax
Banking famiglia) e all’area delle aziende di piccole, medie e grandi dimensioni (Relax Banking Impresa). L’accesso al Relax Banking è ammesso per i clienti che hanno presso la banca almeno un rapporto di conto corrente. Come si può leggere nel sito web ufficiale BCC, l’uso dei servizi è ammesso altresì nel rispetto dei limiti operativi costituiti dal margine disponibile, nei giorni e negli orari di funzionamento di cui al contratto in essere. In sintesi, ecco i punti salienti dei servizi principali previsti dal contratto:

  • Relax Banking Famiglia: il servizio, alternativo al Relax Banking Impresa, permette al cliente, con funzionalità informative e/o dispositive, di tenere sotto controllo, via web, i rapporti intestati al cliente stesso presso la banca proponente e/o presso altre banche. Inoltre, il cliente può ottenere informazioni e/o ordinare l’esecuzione di specifiche operazioni bancarie e commerciali;
  • O.T.P.(One Time Password) / AppRelax O.T.P.: si tratta di strumenti che permettono al cliente di eseguire l’accesso, in modo veloce e protetto, ai servizi digitali con internet, dando luogo a transazioni sicure al 100%. Il cliente con conto corrente online BCC Contovunque 2.0 può scegliere fra l’o.t.p. “fisico” e l’AppRelax O.T.P.. Esse consentono di generare 6 cifre da usare come password temporanee per l’autenticazione e l’accesso ai servizi del Relax Banking. In particolare, l’App Relax O.T.P. è rivolta ai clienti possessori di smartphone e tablet ed è molto utile nell’ipotesi nella quale non si abbia subito disponibilità dell’o.t.p. fisico. Il suo utilizzo è comunque legato all’abilitazione dell’utente da parte della Banca alla quale dovrà seguire la relativa procedura di configurazione dell’app.

Conto corrente online BCC: i servizi accessori online

Nell’ambito del contratto, il cliente può poi contare su uno o più dei seguenti servizi accessori che, per essere attivati, impongono per l’adesione ad uno dei servizi principali:

  • Pagamento deleghe F24: il servizio permette al cliente di conferire, via web, delega irrevocabile alla banca al pagamento di imposte, tasse, tributi, contributi, oneri fiscali e previdenziali;
  • Pagamento bollettino con CBILL/PAGOPA: servizio di e-Billing che permette agli utenti di Relax Banking e/o Corporate Banking la consultazione e il pagamento di bollette emesse da soggetti “Fatturatori” clienti CBI. Con la funzione CBILL è inoltre si può anche pagare gli avvisi PagoPA emessi dalla PA;
  • Pagamento bollettini postali: servizio che permette il pagamento dei bollettini postali via web;
  • Ricarica Carta Prepagata Tasca: il servizio permette al cliente, con funzionalità ad hoc, di compiere, via web, la ricarica della Carta Prepagata Tasca;
  • Relax Banking Mobile: il Servizio “RELAX BANKING MOBILE” dà la possibilità al Cliente di operare con un dispositivo elettronico mobile, con funzionalità sia informative che dispositive ad hoc, di tenere sotto controllo e di operare, con la rete internet, a valere sui rapporti con la banca;
  • My Bank: servizio web che consente di compiere transazioni e-commerce con il Relax Banking, in facilità e sicurezza. E con My Banks si può fare un acquisto online con bonifico bancario direttamente nel proprio c/c;
  • Portale del documento: il servizio permette al correntista, via web, di visualizzare la documentazione informativa e periodica relativa al rapporto in cui sono regolate le operazioni bancarie e commerciali;
  • Titoli informativo: il cliente può compiere consultazioni sulla situazione e la valorizzazione del proprio portafoglio titoli depositato presso la banca.

Come si può agevolmente notare, dunque, la componente ‘online’ dell’offerta di conto corrente online BCC Contovunque 2.0 è particolarmente significativa, ed anzi prevalente. Essa proietta questa rete di istituti su un piano di assoluta modernità e aderenza ai nuovi standard tecnologici, tipici delle banche dirette e online. Per leggere tutti i dettagli dell’offerta di conto corrente online BCC Contovunque 2.0, rimandiamo comunque alla pagina web dedicata.

Le opinioni di chi ha provato il conto corrente online BCC Contovunque 2.0: pro e contro

A questo punto, come al solito, prenderemo in considerazione le opinioni più interessanti dei clienti che hanno provato questo conto corrente online. Che ne pensano? Sono tutti soddisfatti o c’è qualche critica? Vediamolo.

I pareri positivi dei clienti: ecco quali sono

Certamente, è possibile rintracciare commenti di chi è tutto sommato soddisfatto del prodotto offerto. Si fanno apprezzare i costi tutto sommato contenuti o assenti, i servizi moderni ed efficaci, specialmente per quanto riguarda l’home banking e le attività che il cliente correntista può compiere autonomamente attraverso un dispositivo collegato ad internet. Taluni sottolineano l’importanza dell’inclusione dell’istituto in questione nel sistema di garanzia denominato ‘Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo‘. Detto sistema permette a ogni correntista una copertura fino a 100mila euro. Per questa via, la generalità dei clienti si sente tutelata contro il rischio che la banca non sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, il saldo disponibile.

Molti clienti hanno rilevato che il personale di filiale è generalmente preparato, professionale e cortese: soprattutto, negli uffici è possibile ottenere una spiegazione chiara dei vari cavilli burocratici, tipici dei contratti bancari. Apprezzati anche i tre elementi chiave delle banche del credito cooperativo, che conferiscono solidità all’offerta di conto corrente online BCC ‘Contovunque’. Ci riferiamo ai citati mutualismo, cooperazione e localismo. L’ottica è insomma quella di una banca radicata nel territorio, che ben conosce e rispetto al quale sa offrire i prodotti più idonei alla cittadinanza locale.

I pareri negativi dei clienti: ecco quali sono

Ma come succede praticamente per tutti gli operatori del mondo bancario, è vero che qualche critica pur emerge. Ci riferiamo ad es. ai commenti di chi ha segnalato la tutto sommato scarsa presenza di ATM sul territorio nazionale, se è effettuato un confronto con i competitor.Altri hanno segnalato qualche difficoltà nei rapporti con il personale per quanto attiene all’assistenza: non sempre – a detta dei clienti non soddisfatti – è stato possibile avere risposte esaurienti, puntuali e tempestive. E c’è chi ha notato il costo dell‘imposta di bollo annua, la quale risulta sempre sgradita.

Anche per quanto riguarda la parte online della banca, non sono tutti contenti. C’è il chi ha rilevato che il sito web Relax Banking avrebbe potuto essere organizzato meglio, anche in considerazione del fatto che c’è ha lamentato difficoltà di accesso e navigazione da dispositivi mobili, ma anche da pc. Concludendo, pare però che nella bilancia tra pro e contro, siano di più i clienti soddisfatti di coloro che invece ritengono di non aver fatto la scelta giusta.