Al via le domande per il Bonus Affitto 2021, la misura prevista dal Governo che consente un risparmio fino a 2.400 euro all’anno.

Adobe Stock

La pandemia ha accentuato la crisi economica attraversata dalla nostra nazione e causato grande difficoltà a locatari o locatori. Tante persone in affitto, messe in ginocchio dalla diminuzione o dalla perdita del lavoro, non sono riuscite e non riescono ancora a pagare il canone di locazione e di conseguenza i locatori subiscono perdite rilevanti. Per arginare la problematica, la Legge di Bilancio dello scorso dicembre ha introdotto il Bonus Affitto 2021, una misura volta al sostegno dei cittadini in affitto e dei proprietari di immobili.

Leggi anche >>> Lo sconto da 500 euro nel bonus mobilità: come averlo

Cos’è il Bonus Affitto 2021

Il Bonus Affitto agisce su due piani. Da una parte vuole aiutare gli affittuari a sostenere le spese relative al canone di locazione, dall’altra parte intende impedire che i locatori perdano altre mensilità. La misura si presenta sotto forma di contributo a fondo perduto che viene erogato al proprietario dell’immobile e non all’affittuario.

La condizione necessaria per ottenere il Bonus è l’attuazione di una diminuzione dell’importo del canone di affitto previsto dal contratto. Lo Stato, dunque, si rende disponibile al rimborso del 50% della diminuzione totale tramite il contributo a fondo perduto. Qualora un proprietario, per esempio, diminuisse il canone da 700 e 500 euro mensili, riceverebbe un contributo di 100 euro. 

Leggi anche >>> Bonus 1600 euro, non solo stagionali: chi sono gli altri beneficiari

Qual è l’importo del Bonus che aiuta locatari e affittuari

Pixabay

La misura prevede un rimborso massimo di 1.200 euro all’anno per ogni locatore. Di conseguenza, ipotizzando di raggiungere tale limite, il locatario potrebbe risparmiare fino a 2.400 euro in un anno. Parliamo, dunque, di una diminuzione del canone di locazione di 200 euro, cifra assolutamente importante. E’ importante conoscere, quindi, i requisiti richiesti per ottenere il Bonus e approfittare, così, della grande opportunità di risparmio.

Requisiti per ottenere il Bonus Affitto 2021

Per poter ottenere il Bonus Affitto 2021 occorrerà avere un contratto di locazione in essere alla data 29 ottobre 2020. In più, è fondamentale la posizione dell’immobile. Nello specifico, l’abitazione dovrà trovarsi in una zona ad alta tensione abitativa ovvero in un capoluogo o in un comune vicino ad una provincia. Per sapere se l’immobile di riferimento fa parte di questa tipologia territoriale occorrerà fare riferimento al portale di Confedilizia dove è riportata la lista delle zone altamente abitate.

Altra condizione necessaria è l’utilizzo dell’abitazione come residenza principale dell’affittuario. L’inquilino e il suo nucleo familiare devono, quindi, vivere abitualmente nell’immobile e avere la residenza anagrafica.

Leggi anche >>> Bonus donne disoccupate, verità inaspettata: tutto quello che c’è da sapere

Presentazione della domanda

Per richiedere il Bonus occorrerà inviare domanda all’Agenzia delle Entrate tramite i canali ufficiali. Sul portale dell’ente sarà possibile trovare tutte le informazioni per completare correttamente la procedura di inoltro della richiesta. Dallo scorso 6 luglio 2021 è possibile fare domanda per l’agevolazione e ci sarà tempo fino al 6 settembre 2021.