Il sistema del rimborso da 150 euro per il Cashback va avanti nonostante lo stop. Satispay immette 30 milioni e lancia una promozione.

Cashback
Cashback (Adobe)

Aver dato un arresto al Cashback non significa fermare tutta la macchina. A prescindere dal fatto che lo stop deciso dal governo Draghi riguarderà solo i prossimi sei mesi (anche se il sentore che si prolunghi definitivamente è sempre più concreto), il meccanismo dei rimborsi non potrà essere frenato di punto in bianco. Attraverso l’app di Satispay, infatti, sarà ancora possibile partecipare al meccanismo dei rimborsi da 150 euro. Questa parte del Cashback, infatti, non è stata toccata dalla revisione della Corte dei Conti, che ha invitato il governo a ragionare più che altro sulla convenienza della misura in sé.

Da qui la decisione di fermarsi sei mesi, senza però andare a inficiare troppo sulla prosecuzione del provvedimento promosso dal precedente esecutivo. Satispay, intanto, ha fatto sapere che il programma andrà avanti anche per coloro che si iscriveranno al programma nel mese di luglio. Questo perché, alla fine della fiera, la sua parte il Cashback l’ha comunque giocata. Tanto che, secondo alcuni siti specializzati, alla fine dell’anno si sarà arrivati a muovere il miliardo di euro.

LEGGI ANCHE >>> Super cashback, utenti in ansia: “Quando avremo i nostri soldi?”

Cashback sospeso, come continuano i rimborsi con Satispay

In sostanza, i fedelissimi del programma potranno continuare a fruire dei suoi benefici. Quelli del Cashback di Stato perlomeno, i cui pagamenti stanno comunque subendo un parziale ritardo sulla tabella di marcia. Niente di strano visto il caos ma è bene sapere orientativamente quando si potrà accedere ai rimborsi. Al momento, si parla di tempi solo stimati: quelli necessari dopo lo stop, da sommare a quelli normalmente previsti per le erogazioni. Non più di qualche giorno in aggiunta comunque. Senza contare che, per gli utenti già iscritti, sono attive promozioni come il Cashback Friday o quello valido per i supermercati, attivabile ogni martedì dell’anno.

LEGGI ANCHE >>> Cashback: furbetti fino alla fine, 48 operazioni per la sosta carburante

Tornando a Satispay, il piano rimborsi prosegue. La piattaforma si prepara a immettere una cifra vicina ai 30 milioni. Il che significa la previsione di una partecipazione massiccia alle prossime tornate di rimborsi, oltre che di spese con sistema cashless. Le regole di Satispay differiscono leggermente da quelle tradizionali per il Cashback: rimborso previsto per spese dall’1 luglio 2021 al 31 dicembre 2021, comunque alle stesse condizioni. Ovvero 10%, fino a un tetto massimo di 150 euro. La promozione sarà valida per i nuovi iscritti nel mese di luglio 2021 e l’importo non dovrà essere inferiore a 2 euro né superiore ai 20. L’accumulo mensile si costituisce quindi delle piccole spese. Altra strategia, vecchio rimborso.