Bonus Irpef con importi fino a 1.080 euro direttamente nel modello 730. Un’ottima notizia per i lavoratori il cui datore di lavoro non è anche sostituto d’imposta.

Adobe Stock

Compilando l’apposita sezione nel modello 730, i lavoratori potranno ricevere il Bonus Irpef a condizione che si indichino tutti i dati necessari per il Fisco per verificare il diritto del richiedente. La dichiarazione dei redditi, lo sappiamo bene, deve essere compilata correttamente e nonostante il modello precompilato sia di aiuto non tutte le voci già si trovano redatte. Nello specifico, chi non ha ricevuto il Bonus Irpef in busta paga dovrà aggiungere un campo alla compilazione del 730 per poter ottenere l’importo del bonus.

Leggi anche >>> 730 precompilato: come fare per allontanare i controlli del Fisco

Chi può ottenere il Bonus Irpef tramite modello 730

Modello 730
Web

Se il datore di lavoro assolve gli obblighi di sostituto d’imposta, il Bonus Irpef arriverà in busta paga. Per i lavoratori con datori privati, invece, l’importo spettante potrà essere ricevuto tramite il modello 730. Si tratta di datori che non fungono da sostituto di imposta con riferimento, dunque, a lavori quali colf, baby sitter, badanti, giardinieri privati e simili.

In questi casi compilando l’apposita sezione del 730 da presentare all’Agenzia delle Entrate si otterrà il Bonus qualora si soddisferanno specifici requisiti.

Leggi anche >>> Bonus Irpef Naspi, arrivano i soldi: come controllare l’accredito

Importo del Bonus

L’importo massimo del Bonus Irpef è di 1.080 euro. Un esempio riporta una badante che che nel 2020 ha percepito un reddito rientrante nei limiti delle detrazioni Irpef. Per i primi sei mesi del 2020 riceverebbe 480 euro, mentre per i restanti sei mesi riceverebbe il bonus Irpef da 100 euro al mese. Il totale è di 1.080 euro.

Per poter ottenere la detrazione fiscale, occorrerà compilare correttamente la sezione V del modello 730 di dichiarazione dei redditi, il quadro C e il Rigo C14. Nella colonna 1 bisognerà inserire con codice 2 gli importi di 80 euro (vecchio bonus Renzi) mentre nella colonna 3 il codice 2 sarà associato ai 100 euro del secondo trimestre dell’anno 2020. Una procedura semplice che consentirà di ricevere il Bonus Irpef se si è lavoratori con datore di lavoro che non adempie agli obblighi di sostituto di imposta.