Via ai pagamenti già da oggi, per qualcuno al 23. Il metodo più veloce per verificare se il Bonus Irpef Naspi è arrivato.

Naspi
Foto: Web

Tutto pronto per il Bonus Irpef Naspi 2021. Solitamente un accredito che non gode di date fisse ma che, stavolta, pare aver convogliato i suoi effetti su un numero specifico del calendario di giugno. Quello del 21 del mese per la precisione, giorno indicato come il debutto del pagamento del Bonus Irpef Naspi, destinato a lavoratori dipendenti e percettori di redditi assimilati (inclusi stagisti, percettori di borse di studio e lavoratori socialmente utili). Naturalmente, trattandosi di indennità di disoccupazione, il requisito base resta la perdita del proprio lavoro per ragioni indipendenti al lavoratore stesso. I pagamenti per la disoccupazione sono partiti già dal 9 giugno scorso.

Per quanto riguarda il Bonus Irpef relativo, tuttavia, se doveste controllare e non trovare l’accredito, non sarebbe il caso di preoccuparsi. Infatti, alcuni beneficiari si ritroveranno il bonus versato solamente a partire dal 23 giugno. Uno step calcolato e non dovuto a circostanze precise o a eventuali mancanze nella compilazione delle domande.

LEGGI ANCHE >>> Pensioni, non arrivano solo i rimborsi Irpef: gli assegni a rischio taglio

Bonus Irpef Naspi, come controllare l’accredito

Il versamento del Bonus Irpef Naspi potrà essere verificato sul fascicolo previdenziale personale, messo a disposizione nell’area riservata del sito dell’Inps. Basterà accedere, anche tramite Spid, per poi cliccare sul menù a tendina e selezionare “Prestazioni e pagamenti”. Successivamente, tramite la finestra “Pagamenti piattaforma fiscale”, si potrà verificare la data di accredito, anche selezionando l’opzione “Stampa”. La verifica dell’accredito potrà essere effettuata in qualunque momento.

LEGGI ANCHE >>> Naspi giugno 2021: le date ufficiali dei pagamenti da parte dell’Inps

Bonus Irpef Naspi, quanto si prende

Per quanto riguarda la ripartizione del contributo, il parametro preso in considerazione è quello del reddito. Ovviamente l’accredito avverrà in un giorno differente rispetto alla percezione dell’indennità di disoccupazione. Il sistema di calcolo prevede un contributo fino a 100 euro per reddito fino a 28 mila euro, importo che rappresenta il massimo raggiungibile. Fra 99 e 80 euro il contributo erogato per chi possiede un reddito fra 28 mila e 35 mila euro. Fra 35 mila e 40 mila si beneficerà di un importo fra 1 e 80 euro. Niente Bonus per redditi superiori.