Postepay fuori dai controlli del Fisco? Vediamo se e quando è possibile

L’Agenzia delle Entrate è tornata a fare ispezioni e pignoramenti come nel periodo pre-covid. In molti vedono la Postepay come la soluzione al problema 

Postepay
Postepay (Fonte foto: web)

Il periodo di tregua è finito. Il Fisco è tornato ad esercitare la propria egemonia sui conti correnti dei soggetti morosi. Un particolare che sta creando allarmismo tra i correntisti che seppur in regola, non hanno intenzione di essere sempre sotto l’occhio vigile dell’Agenzia delle Entrate.

Per questo in tanti si affidano a Postepay o carte prepagate con la convinzione che in questo modo si possa raggirare il problema o quanto meno di essere meno esposti ad azioni coercitive da parte degli organi competenti.

LEGGI ANCHE >>> Postepay arriva la stangata per i titolari della preziosa prepagata

Postepay e carte prepagate: ecco quando sono sottoposte a verifiche da parte del Fisco

In origine la carte di questo genere dovevano fungere da servizio finanziario utilizzato all’acquisto online in comodità e sicurezza. In seguito la Postepay è diventata una sorta di deposito occulto non soggetto ai controlli del Fisco. Poi però i crediti in giacenza sono finiti nei beni patrimoniali.

Quindi per l’infelicità di tanti è bene specificare che la Postepay è soggetta ai medesimi controlli bancari da parte del Fisco. Le tecniche per identificare gli evasori ormai sono diventate infallibili. Insomma, chi non paga le tasse prima o poi viene messo alle strette e non può pensare di cavarsela spostando i suoi possedimenti sulle carte postali. Le entrate e le uscite non possono sfuggire ai controlli digitali proprio come se fossero dei conti bancari.

Un’azione che ha anche l’intento di capire da dove proviene il denaro ricaricato, che spesso può essere fonte di denaro sporco o frutto del lavoro in nero. L’ADE può addirittura eseguire degli accertamenti andando a ritroso di 5 anni e nei casi più estremi può provvedere anche al pignoramento delle somme di denaro non pagate in precedenza.

LEGGI ANCHE >>> Postepay: è possibile annullare un pagamento e riavere i soldi?

Quindi, è bene prestare massima attenzione alle azioni che si compiono sulla Postepay. Far girare somme cospicue può sicuramente attirate il Fisco, che appena scatta il minimo campanello d’allarme agisce per fare chiarezza sulla situazione.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base