Il sale grosso è un ottimo repellente utilizzato contro le formiche. Scopriamo come utilizzare al meglio questo ingrediente e difendere la nostra casa.

Adobe Stock

Un problema rilevante che periodicamente si può riproporre nelle nostre case ha come protagoniste le formiche. Organizzate in battaglioni tanto da formare un vero esercito, avanzano spavalde verso orti, fiori, finestre e porte causando danni importanti. Le formiche, così come tanti altri insetti, rovinano raccolti, compromettono le piante e guastano la frutta. In più, sono inconsapevoli trasportatori di parassiti, batteri e afidi che rovinerebbero ulteriormente il giardino e il balcone. E una volta che entrano in casa, poi, fermare le formiche è veramente difficile. Come risolvere tali problematiche?

Leggi anche >>> Bonus acqua potabile: nuova occasione di risparmio

Sale grosso, l’alleato contro le formiche

Pixabay

Prima che la situazioni degeneri, è consigliabile cercare di attivarsi per tenere alla larga le formiche senza utilizzare strumenti nocivi per gli insetti ma anche per l’uomo. La soluzione a cui ricorrere è il sale grosso, un ingrediente che risulta essere alquanto sgradevole per i piccoli ma forzuti esserini neri (o rossi).

L’obiettivo, dunque, deve essere quello di identificare i punti di accesso e cospargerli con piccoli mucchietti di sale grosso. E’ possibile aggiungere anche dell’olio essenziale per aumentarne ulteriormente l’efficacia. Se il problema è in giardino si dovrà identificare il formicaio e circondarlo con il sale mentre se la protezione riguarda la casa bisogna considerare l’idea di mettere il sale grosso sul davanzale delle finestre o accanto le fessure delle porte.

Leggi anche >>> Sostenibilità e risparmio: le soluzioni per salvare l’ambiente e vivere felici

Altri rimedi ecologici a cui ricorrere

Pixabay

L’utilizzo del sale grosso non sempre risulta efficacie contro l’avanzata delle formiche. In alternativa, si può ricorrere a rimedi più drastici ma ecologici. Esiste, infatti, una disinfestazione che non inquina e prevede l’uso di vapore saturo secco. Le alte temperature, 150/180 gradi, causano uno shock termico che elimina gli insetti. Non solo formiche ma anche cimici e zecche.

Il sale grosso non è l’unico ingrediente sgradevole per le formiche. Gli insetti imenotteri non gradiscono l’aceto, la cannella, il peperoncino, i chiodi di garofano, la menta, l’origano e l’alloro. Utilizzando questi rimedi naturali e facendo attenzione a non lasciare in giro per casa ciò che attira le formiche (miele, zucchero, briciole) si potrà risolvere il problema senza ricorrere a pesticidi o sostanze tossiche.