Attenti a non utilizzare questo trucco, illegale, per pagare meno sulle bollette dell’energia elettrica. Chi lo fa rischia di dover fare i conti con delle gravi conseguenze.

Povertà energetica
Foto di Comfreak da Pixabay

Il 2020 è stato segnato dall’impatto del Covid che è entrato prepotentemente nelle nostre esistenze, portandoci a dover fare i conti con delle gravi ripercussioni sia dal punto di vista sociale che economico. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, sono state attuate una serie di misure restrittive che hanno costretto molti imprenditori ad abbassare le serrande delle proprie attività. Tante le famiglie alle prese con una grave crisi finanziaria, che rende sempre più difficile riuscire ad affrontare le varie spese.

A partire dal cibo, passando per i vestiti, fino ad arrivare alle varie spese quotidiane, sono tante le voci che vanno ad incidere sul bilancio famigliare. Tra queste anche le bollette di luce e gas, che giungono puntuali nelle nostre abitazioni, portando con sé relativi importi e scadenze da rispettare. Proprio in questo contesto, pertanto, sono in molti a volgere un occhio di riguardo al mondo del risparmio, finendo, però, in alcuni casi per utilizzare dei trucchi poco leciti. In particolare ve ne è uno assolutamente vietato e che può portare con sé delle gravi ripercussioni. Ecco in cosa consiste.

LEGGI ANCHE >>> Risparmiare il 40% sulla spesa settimanale? È possibile, ecco come

Bollette, non utilizzate questo trucco per pagare meno: cosa rischia chi mette il magnete sul contatore

Contatore bolletta
Foto: Web

Nel nostro Paese sta prendendo sempre più piede il trucco del magnete. Quest’ultimo consiste nel mettere un magnete in una posizione specifica del contatore, riuscendo così ad alterare il funzionamento del nucleo del trasformatore. Il conteggio, infatti, risulta notevolmente ridotto, consentendo di abbattere i costi della bolletta dell’energia elettrica fino addirittura all’85%.

Una pratica, purtroppo, utilizzata molto più spesso di quello che si possa pensare, ma che, ricordiamo, è assolutamente vietata. Chi lo fa, infatti, commette il reato di furto aggravato di energia elettrica, rischiando, pertanto di dover fare i conti con le relative sanzioni.

LEGGI ANCHE >>> Bolletta d’acqua troppo alta? Le regole d’oro per difendersi

In particolare, in base alla normativa vigente, chi mette un magnete sul contatore della luce rischia una condanna da 2 a 6 anni di reclusione, oltre ad una multa da 927 euro fino a 1.500 euro. Meglio quindi non utilizzare tale stratagemma, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti.