Monete rare: l’orgoglio italiano che può valere 15mila euro

Monete che hanno caratterizzato la storia del nostro paese. Monete che hanno dato e daranno lustro al ricordo di un tempo andato.

Monete italiane
Monete italiane (Adobe)

Ci sono monete che più di altre hanno fatto la storia di un determinato paese. Monete che con la loro inimitabile fascino, legato all’estetica ma legato soprattutto alla ricostruzione mentale e non solo di quel contesto storico di cui sono state protagoniste, hanno segnato, di fatto il percorso di vita di milioni di italiani. Una moneta è testimone di epoche, momenti di grande speranza e momenti di grande tragedia. La storia di certe monete è legata, per sempre a quella del proprio paese.

In Italia, tra le monete degne di nota, tra quelle di cui è impossibile non raccontare c’è sicuramente la 5 lire. Alcuni esemplari di questa tanto affascinante moneta possono valere una fortuna, altri possono invece avere un valore puramente simbolico. Andiamo a scoprire i casi più eclatanti. Casi in cui possedere una moneta del genere può significare possedere una vera e propria fortuna.

Il percorso di questa moneta, che oggi in alcuni esemplari può arrivare a valere addirittura 15mila euro, è iniziato nel 1807, data della prima serie di questo tanto particolare esemplare. La fine di questa moneta, l’ultima sua serie coniata, risale invece al 1951, parliamo del dopoguerra, insomma, e di una moneta che ha attraversato tutte le fasi più dolorose del novecento italiano, fino ai giorni della speranza e del ritorno alla vita.

LEGGI ANCHE >>> Moneta Ennio Morricone: le sue mani dirigeranno l’orchestra per sempre grazie alla Zecca

Monete rare: la preziosa 5 lire del 1914, tutto ciò che c’è da sapere su questo incredibile tesoro

5 lire
5 lire (Adobe)

Tra i tesori indiscussi del patrimonio numismatico italiano c’è senza alcun dubbio la 5 lire coniata nel 1914. Definita a quadriga per la sua bellezza indiscussa, che ne fanno una delle monete più ricercate al mondo, fu stampata da Re Vittorio Emanuele III osservando un rispetto dei dettagli mai verificatosi prima. 25 grammi per 37mm, un vero e proprio capolavoro. Da un lato il semibusto del sovrano, dall’altra il ramo d’ulivo che simboleggia l’Italia, tra cavalli e fiori.

Il valore di tale moneta, in condizioni ottimali, quello che si definisce “fior di conio” può raggiungere la cifra esorbitante di 15mila euro. Nel caso in cui l’esemplare non sia manutenuto nelle migliori delle condizioni si può avere una valutazione in ogni caso molto vicina ai 7mila euro.

LEGGI ANCHE >>> Lire, abbiamo contattato un esperto per voi: pagano 6 mila euro per questa moneta

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Numerosi altri esemplari di 5 lire che arrivano fino al 1951 mantengono valutazioni non del tutto consone, in alcuni casi al valore storico di questa preziosa moneta. Pochi euro per un pezzo di storia italiana, una moneta che ha scandito i momenti migliori e peggiori di una storia fatta di grandi tragedi e grandi resurrezioni. La cinque lire è patrimonio italiano, tesoro dall’indicibile valore, nonostante ogni cosa. Valore autentico, reale, di cuore e ardire nazionale, oltre che pratico, materialistico, per fini puramente collezionistici.