Sostegni bis, resta il Bonus bollette: a chi spettano i 700 euro

Dal 25 giugno, via ai voucher per il Bonus bollette 2021. Sostegno economico rafforzato da altri 150 milioni per affrontare le spese ordinarie.

Incentivo 700 euro
Foto © AdobeStock

Resta anche il Bonus bollette con il Decreto Sostegni bis. Una misura pronta alla proroga, forte di uno stanziamento di ulteriori 150 milioni che serviranno allo scopo, senza contare gli ulteriori 600 milioni per sopperire alla Tari e gli altri 500 che serviranno ad alimentare le misure per la spesa ordinaria. Nello specifico, i voucher di “solidarietà alimentare”, per il sostegno di quei nuclei familiari che versano in stato di difficoltà economica dovuta alla pandemia. In pratica, una doppia (se non tripla) misura per un unico provvedimento, che andrà a sostenere gli italiani più bisognosi nelle spese di tutti i giorni.

Cifre importanti dunque, con l’obiettivo di superare al meglio la fase di ripresa (comunque critica considerando la situazione di emergenza vissuta fin qui) per poi puntare su una progressiva risalita dell’economia ordinaria. I voucher verranno introdotti a partire dal prossimo 25 giugno, per spesa e utenze domestiche, così come previsto dall’articolo 53 del Decreto Sostegni bis. Una misura che passerà dalla collaborazione dei comuni, con destinatarie quelle famiglie che versano in stato di bisogno anche in relazione al sostentamento delle spese primarie. Fra queste, la spesa al supermercato e, naturalmente, il pagamento delle bollette.

LEGGI ANCHE >>> Beni non pignorabili, ce ne sono 8 che non possono essere pignorati dal fisco

Bonus bollette, come funziona

Il Bonus bollette sarà indirizzato a quei nuclei familiari con soglia Isee non superiore agli 8 mila euro. La soglia massima può variare, teoricamente, da comune a comune ma solitamente non supera il tetto fissato a livello generale. Il valore del voucher varia da un minimo di 50 a un massimo di 700 euro a famiglia, sempre in base alle graduatorie previste dall’amministrazione comunale di appartenenza. Le spese di riferimento sono quelle di prima necessità: acquisto di farmaci e altri beni che saranno disponibili nei negozi indicati da un elenco comunale, messo a disposizione dei cittadini. Ma anche degli esercizi commerciali che aderiscono al provvedimento.

LEGGI ANCHE >>> Sostituzione infissi 2021, risparmio fino al 100% con il Superbonus 110%

I requisiti di accesso

Nessuna variazione per quanto riguarda i requisiti per l’accesso al Bonus bollette 2021. Cittadinanza italiana, residenza nel comune presso il quale si richiederà l’accesso alla misura e permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari. Dovrà inoltre essere comprovato il peggioramento della condizione di disagio economico della famiglia, pratica risolvibile presentando una certificazione Isee con indicazione del reddito. Inoltre, all’interno del nucleo familiare non dovranno essere presenti componenti che percepiscono ulteriori ammortizzatori sociali. Fra questi, è incluso il Reddito di cittadinanza.