A giugno potrebbe esserci una gradita sorpresa per tutti coloro che usufruiscono del reddito di cittadinanza. Tutte le date.

Reddito di cittadinanza
Foto © AdobeStock

Tutti coloro che usufruiscono del tanto amato sussidio statale, il reddito di cittadinanza, per intenderci, potrebbero ricevere una gradita sorpresa. A giugno, infatti, il giorno 27, di solito assegnato ai pagamenti di coloro che usufruiscono del sussidio capiterà di domenica. A questo punto è molto probabile che i pagamenti vengano anticipati al 25, di venerdi quindi. Una gradita sorpresa per tutti gli italiani interessati. Milioni e milioni ormai.

Numerose ogni mese le polemiche in merito all’erogazione del reddito di cittadinanza, che molti definiscono un vero e proprio spreco di risorse. Per altri, invece, rappresenta una preziosissima fonte di guadagno e la possibilità di percepire, cosi come nelle intenzioni dello Stato, un vero e proprio reddito, di fatto, senza lavorare e nemmeno avere la possibilità di farlo, considerato che sostanzialmente la parte del progetto legata alla proposta di posti di lavoro è letteralmente naufragata.

LEGGIA ANCHE >>> Chi percepisce il Reddito di Cittadinanza potrà avere un ulteriore bonus

Reddito di cittadinanza, la sorpresa: tutte le altre scadenze legate ai vari sussidi statali

reddito di cittadinanza

La Naspi, ad esempio, quella che volgarmente viene definito sussidio di disoccupazione inizierà ad essere erogata per il giorno 10, data puramente indicativa perchè generalmente la suddetta data varia a seconda del giorno di presentazione della domanda. Stesso discorso per quel che riguarda il bonus bebè, le date per la ricezione dei pagamenti vanno dal 10 al 18 giugno. Il reddito d’emergenza, invece inizierà la sua fase di erogazione dal 15 giugno.

Pensioni per colori che la ritirano in posta, partiranno invece dal 25 giugno. Il calendario insomma è fatto per tutti coloro che attendo i vari giorni del mese per organizzare il proprio bilancio familiare. Milioni gli italiani che ogni mese usufruiscono di sussidi di varia natura, pensione ecc, e di conseguenza restano legati ai calendari dei pagamenti per poter in qualche modo tracciare una previsione anche di spesa per il mese che sta per concludersi e l’altro che sta per iniziare.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza e pignoramento: il Dl Sostegni sbroglia la matassa

Le date quindi potrebbero assicurare qualche sorpresa agli italiani, sorpresa gradita, si tratta infatti di un pagamento anticipato di ben due giorni. Novità che soprattutto in certi momenti storici, come il periodo che oggi viviamo, di sicuro non guasta.