Con il Decreto Sostegni bis si ipotizza una nuova proroga della scadenza delle cartelle esattoriali. Date non ce ne sono, ma le possibilità sì.

Cartelle esattoriali proroga
Foto © AdobeStock

La situazione dell’Italia, sempre più alle porte della stagione estiva, appare ancora troppo instabile per ripartire a regime con la riscossione dei tributi. Inizialmente, la proroga concessa per il pagamento delle cartelle esattoriali era stata allungata fino al 30 giugno. A poco più di due settimane dalla bandiera a scacchi, però, sembra si stia prendendo in considerazione l’ipotesi di andarci maggiormente cauti nell’immettere per i contribuenti i nuovi conti da saldare. Il governo (assieme alle commissioni delegate) sembrano orientati a concedere un’ulteriore proroga. Anche perché, al netto di tutti i ristori e degli aiuti previsti, la situazione generale dei cittadini appare tutt’altro che risollevata.

In sostanza, preso atto che la ripresa economica sia ancora indietro sulla tabella di marcia, il Ministero dell’Economia sembra propenso a non forzare la mano. Lo status di welfare di molti contribuenti, infatti, non solo non è migliorato rispetto a qualche mese fa ma, in molti casi, è persino peggiorato. Chiaro che, in questa situazione, un ulteriore peso fiscale sarebbe troppo gravoso per i contribuenti e, di conseguenza, verosimilmente insostenibile.

LEGGI ANCHE >>> Cartelle esattoriali e multe non pagate, buone notizie: cos’è il discarico automatico

Cartelle esattoriali, forse c’è ancora tempo: le parole del viceministro del Mef

Il viceministro dell’Economia, Laura Castelli, ha fatto sapere l’ipotesi di una proroga oltre il 30 giugno 2021 non è campata in aria. A margine del convegno Quale fisco per il futuro, de Il Sole 24 Ore, Castelli ha spiegato che con il Decreto Sostegni bis potrebbero essere rivisti i termini con scadenza 2 agosto 2021, con specifico riferimento alle 16 rate delle cartelle esattoriali con questo orizzonte di pagamento. Al momento si ragiona in termini di possibilità e non è possibile indicare delle date, nemmeno orientativamente.

LEGGI ANCHE >>> Fisco, cartelle esattoriali in via di cancellazione: ecco cosa sta succedendo

Resta il fatto che il Parlamento sembra proprio al lavoro in questa direzione, allo scopo di creare i presupposti per una nuova proroga. Perlomeno una tempistica utile per dare ai sostegni la possibilità di entrare a regime e, almeno in parte, alla ripresa estiva di mettere a referto qualche risultato. Nei prossimi giorni potrebbe arrivare qualche informazione più dettagliata circa un’eventuale proroga delle cartelle esattoriali. Così da evitare un accanimento della riscossione su contribuenti logorati dalla crisi economica. Si attendono novità.