Cosa sta accadendo in Italia con il tema 5G al centro di numerose polemiche con la Vodafone: l’azienda però si difende

5 G (Fonte foto: web)

Il 5G è arrivato anche in Italia, ma siamo sicuri che non ci sarà a breve un bel passo indietro? Non sulla ricezione dello stesso, ma sull’arrivo di alcuni tipi di tecnologia 5G. Il Governo infatti, che di decisioni importanti ne sta prendendo molte, come quella sulla Quota 41, potrebbe bloccare qualcosa di specifico.

Parliamo del 5G che arriva dalla Cina, con una compagnia a doversi preoccupare più di tutte: Vodafone, che per quanto riguarda la sua rete internet, si era rivolta proprio a Huawei per poter raggiungere performances di alto livello.

Leggi anche>>> Addio all’Imu con Mario Draghi: cosa sta succedendo

Cosa succede ora all’Italia con il 5G?

Riavvolgiamo il nastro. La guerra fredda riguarda da anni, Stati Uniti e Cina, con le varie nazioni che stanno a guardare e di tanto in tanto, prendono posizione. Così ha fatto adesso l’Italia, tenendo conto che il rischio più concreto è che la Cina ci spii attraverso la propria tecnologia. Come già detto, il Governo Draghi sta già lavorando tantissimo, un esempio ulteriore è il lavoro fatto sull’Imu, ma sulla politica estera, questa non è nemmeno tanto da considerarsi una novità.

Infatti, è già dai mesi in cui c’era Conte, che il nostro Paese, con il terzo decreto sulla base dei Golden power, mette le mani avanti sulla tecnologia usata da Vodafone, per il 5G. Bastano poche righe, per comprendere a cosa ci stiamo riferendo: “l’esercizio di poteri speciali mediante l’imposizione di specifiche prescrizioni nei confronti della società Vodafone Italia Spa in relazione ad accordi aventi ad oggetto l’acquisto di beni e servizi per la realizzazione e la gestione di reti di comunicazione elettronica basate sulla tecnologia 5G”.

Leggi anche>>> Patrimoniale, pressing sul governo: ecco chi rischia di più

Quindi di base, il Paese avrebbe scelto di allontanare alcuni tipi di tecnologia, ma il 60% delle infrastrutture di Vodafone, presentano già Huawei sul territorio. Vodafone, che però subito è corsa ai ripari, iniziando una collaborazione con Qualcomm Technologies, azienda americana, per la copertura su territorio italiano. In questo modo, la Cina resta isolata dalle nostre reti, come vuole il Governo.