Il dibattito in Europa riguardo l’utilizzo delle monetine da 1 e 2 centesimi si fa sempre più acceso, la soluzione sembra esserci.

Abbiamo sempre, o quasi sempre considerato le monetine da 1 o 2 centesimi come qualcosa di superfluo, di inutile, qualcosa di cui poter fare tranquillamente a meno. Oggi, pare si sia arrivati alla decisione, o per lo meno la discussione ed il confronto tra le istituzioni competenti, sembra andare in quella direzione, di accantonare questo progetto a fare a meno delle tanto odiate, spesso è stato proprio cosi, monetine da 1 o 2 centesimi.

Diciamoci la verità, abbiamo quasi sempre mal sopportato quel tipo di monete, ininfluenti, utili soltanto a ricevere il resto, spesso causando non pochi fastidi per l’inutilità delle stesse monetine e la diffidenza anche di molti commercianti. Si perchè, già da anni, in molti facevano problemi ad accettarli, in molti bandivano l’utilizzo delle monetine da 1 e 2 centesimi costringendo i clienti a tenerle coi, conservate chissà dove e per chissà quale utilizzo.

LEGGI ANCHE >>> Il valore di queste monete è strabiliante: ricercatissime, come venderle

1 e 2 centesimi, sono tutti d’accordo: il valore di alcuni esemplari

centesimi di euro
Centesimi di euro (Adobe)

Non tutti sanno, però che queste monetine che spesso andranno in completo disuso possono nascondere un valore del tutto inimmaginabile. Monete apparentemente inutili, che a maggior ragione, oggi quasi nessuno legittima più, che possono valere cifre anche considerevoli. Ecco spiegato l’esempio principe, il caso in cui ritrovarsi in casa, o per le mani, meglio ancora, non è affatto una sfortuna, ma anzi, qualcosa di molto positivo.

Il tutto nasce da un errore, un errore di conio. Il problema consiste nelle presenza della Mole Antonelliana, solitamente impressa sulla monetina da 2 centesimi, su quella invece da 1 centesimo al posto del Cstel del Monte, pugliese. Un errore di conio insomma, che ha prodotto 7000 esemplari in giro per il paese.

LEGGI ANCHE >>> Le banconote e le monete più ricercate, ma non dai numismatici

Soltanto 7000 esemplari, si diceva, e valore che naturalmente schizza alle stelle. Basti pensare che quella monetina da 1 centesimo, può arrivare a valere tranquillamente anche 2500 euro, non male per qualcosa di inutile no? Cosi, come spesso consideriamo queste particolari monetine.