Satispay S.p.A. è una società italiana, nata nel 2013, che ha sviluppato e gestisce l’omonima app per smartphone, mirata al pagamento digitale e il trasferimento di denaro via web.

satispay

Forse non pochi avranno già sentito parlare di Satispay, ossia una particolare app per smartphone che consente di pagare nei negozi convenzionati, ma anche di risparmiare; di acquistare servizi e scambiare denaro con conoscenti ed amici.

Insomma, Satispay rappresenta oggi un modo pratico e rapido per compiere acquisti e sfruttare servizi attraverso il proprio cellulare, senza alcun costo supplementare. Nonostante il nome in lingua inglese, Satispay è legata ad una startup italiana che già nel 2013 mise in campo questa app praticamente esente da spese. Oggi è tra le più usate in Italia. Vediamone dunque, più da vicino, i tratti più significativi e perchè conviene.

Satispay: le caratteristiche principali

Ci si potrebbe domandare il perchè del successo dell’app Satispay, che conta ben più di un milione di utenti attivi. Ebbene, il pagamento digitale e il trasferimento di denaro tramite internet e con l’app Satispay, ha indubbi vantaggi. Infatti, si tratta di un network di pagamento indipendente nel quale Satispay è il solo intermediario della transazione e lo strumento di pagamento è appunto il proprio smartphone.

Satispay è una app pensata in modo particolare per chi non vuole girare con troppi contanti in tasca; ma non intende dover sostenere i costi aggiuntivi di una carta di credito e per chi usa abitualmente il proprio smartphone e una connessione internet.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente Banca Sella, i pareri degli utenti tra pro e contro.

Le origini di Satispay: ecco perchè è stata ideata

Gli inventori dell’app hanno una ragione ben specifica, alla base della creazione di Satispay. Infatti, negli anni passati si erano accorti che nel nostro Paese, ancora non poche attività commerciali rifiutavano i pagamenti con la carta di credito, soprattutto per piccole somme, inducendo dunque le persone a dover servirsi dei contanti per pagare.

La soluzione alternativa è dunque proprio l’app Satispay, disponibile per qualsiasi sistema operativo, che permette agli utilizzatori di compiere pagamenti senza necessità – come sopra accennato – di usare una carta. Immettendo il codice IBAN, infatti, l’applicazione si collega direttamente al conto corrente di qualsiasi banca.

Come funziona Satispay? L’iscrizione

Nel sito web ufficiale della startup tricolore si possono leggere queste parole: “Paga in un batter d’occhio. Satispay è l’app per pagare nei negozi convenzionatiscambiare denaro con gli amici, acquistare servizi e risparmiare in modo smart”.

Insomma, praticità, comodità e rapidità d’uso sembrano essere le parole chiave per capire il meccanismo di funzionamento di Satispay.

Chi intende usare Satispay, deve anzitutto iscriversi con il proprio documento d’identità; l’IBAN del conto di un paese dove lo schema SEPA è disponibile; e il proprio codice fiscale. L’IBAN è necessario perchè l’app si alimenta dal c/c privato (o dalla carta ricaricabile con codice IBAN).

In altre parole, il meccanismo di funzionamento di Satispay non è legato ai codici della propria carta di credito/debito, essendo peraltro dati che non sono domandati in fase di registrazione o nell’ambito dell’utilizzo del servizio.

Il budget è variabile e sotto il controllo dell’utente

L’utente dell’app Satispay può selezionare la quantità massima di denaro, da utilizzare ogni settimana. I pagamenti ruotano tutti attorno questo budget.

In particolare, il budget indica la somma di denaro che si intende avere ogni settimana sul proprio account Satispay. Si può impostare cliccando sulla sezione ‘Modifica Budget’ all’interno dell’app e selezionando quanto desiderato.

La prima volta che il nuovo utente imposta il budget, l’importo voluto è spostato dal proprio conto corrente bancario al tuo account Satispay. In genere è necessario qualche giorno lavorativo per completare l’iter.

Funzioni ricarica telefonica e pagamento bollettini

Impostare il budget è un’operazione di primaria importanza, se pensiamo che le funzionalità dell’app sono davvero tante: infatti, è possibile pagare via web e negli esercizi commerciali convenzionati (in continuo aumento); l’app consente inoltre di scambiare denaro con amici e conoscenti; ma anche compiere donazioni e ricariche telefoniche e pagare i bollettini MAV/RAV, PagoPa.

Come appena detto, è possibile ricaricare il proprio credito telefonico o anche quello di un amico, direttamente dall’app. Occorre semplicemente scegliere la compagnia telefonica cui fare la ricarica; selezionare il contatto a cui fare la ricarica, e decidere l’importo.

Per quanto riguarda, in particolare, il pagamento bollettini, nella sezione “Servizi” l’interessato può scegliere “Bollettini” e inquadrare per intero il bollettino. Ciò al fine di riconoscere i dati automaticamente e dare luogo al pagamento.

Satispay, la possibilità del cashback: come funziona?

Satispay inoltre prevede il rimborso immediato di una percentuale della spesa, riaccreditato sull’applicazione dell’utilizzatore una volta ultimata l’operazione. I programmi Cashback sono in continua evoluzione, ma rappresentano tuttora un vantaggio per esercenti e utenti.

Non deve dunque stupire che l’opzione “cashback” sia tra quelle abilitate per la ricerca dei negozi sull’app. E sono ormai più di 115mila i negozi convenzionati con questa applicazione per cellulare.

Per maggiori informazioni su questo specifico tema, rimandiamo comunque alla pagina apposita sul sito web ufficiale.

Trasferimento di denaro agli amici: il meccanismo di Satispay

Tra le possibilità concesse da Satispay anche quella di richiedere o spedire denaro ai propri contatti Satispay dalla sezione Contatti in app. Dividere con precisione il conto di una cena, oppure saldare istantaneamente un piccolo debito, anche a distanza, sono operazioni agevoli con questa applicazione.

L’interessato al trasferimento di denaro può:

  • esibire il proprio QR Code personale e chiedere a un altro utente di scansionarlo, dall’app;
  • selezionare il contatto al quale si vuole spedire denaro, cliccare su ‘Paga’ (o Richiedi, in ipotesi di richiesta denaro);
  • digitare l’importo, includere un commento e inviare.

Al termine del veloce iter, il contatto riceverà una notifica su smartphone con l’effettivo trasferimento di denaro oppure con la richiesta di denaro, che sarà visualizzata quando si apre l’app in oggetto.

Altre interessanti funzioni di Satispay: ecco quali sono

Tra le altre funzioni degne di nota, connesse all’uso di quest’app menzioniamo altresì il pagamento bollo auto e moto. Infatti, nella sezione denominata “Servizi” è possibile scegliere “Bollo auto e moto”; selezionare il mezzo; immettere i dati richiesti e dare luogo al pagamento. La ricevuta del pagamento sarà velocemente visualizzabile e scaricabile nella sezione “Profilo” dell’app stessa.

Non solo. Grazie a Satispay è possibile partecipare a campagne di raccolta fondi per alcuni tipi di organizzazioni no profit. Inoltre, l’utente interessato può decidere di creare il proprio salvadanaio digitale, scegliendo tra le opzioni “Spiccioli”; “Cashback”; “Periodico”.

Come aprire un account Satispay?

A questo punto, vediamo in sintesi come iniziare ad utilizzare l’applicazione. Ecco le fasi da percorrere:

  • fare il download gratuito dell’app da App Store, Play Store o AppGallery:
  • inserimento numero cellulare;
  • inserimento e-mail;
  • scelta del PIN;
  • inserimento IBAN del conto corrente;
  • inserimento di una foto chiara di se stessi;
  • inserimento di nome e cognome, indirizzo di residenza, codice fiscale, documento di riconoscimento (da fotografare fronte/retro).

Al termine di tutto l’iter, la registrazione nuovo utente è ultimata, ma sarà necessario  qualche giorno per la verifica dei dati e perché l’account sia attivato integralmente.

Satispay, i costi dell’utilizzo dell’app quali sono?

C’è chi potrebbe chiedersi se i costi di Satispay sono convenienti o meno. Ebbene, il servizio è molto vantaggioso sia per i privati che per i negozianti. Per questi ultimi il servizio è gratis per transazioni fino a 10mila euro e comporta una commissione fissa di 20 centesimi per tutti gli importi al di sopra di questa cifra. In sintesi, ecco un quadro di riepilogo costi:

Funzionalità e costi
Servizio offerto da Satispay
Iscrizione/cancellazioneGratis
Ricarica budgetGratis
Invio denaroGratis
Deposito su c/cGratis
Ricariche telefonicaGratis
DonazioniGratis
Aggiungere denaro al salvadanaio digitaleGratis
Pagamenti in negozioGratis
Bollettini, pagoPA, bollo auto/moto1 €

 

LEGGI ANCHE >>> Ing Direct, chiudono i bancomat, cosa succede al denaro dei clienti?

Le opinioni di chi ha provato Satispay: i pro e contro

Vediamo per concludere quali sono i pareri di coloro che hanno provato il servizio in questione, in modo da orientare l’interessato verso la miglior scelta possibile per le proprie esigenze.

Le recensioni positive di Satispay

Tra i pareri di chi è soddisfatto dell’app vi sono quelli degli utenti che fanno notare la facilità delle operazioni di trasferimento denaro tra amici, e coloro che segnalano che quasi tutti i costi connessi al servizio sono azzerati o comunque minimi.

Altri utenti sottolineano le affidabili regole di tutela e sicurezza per tutte le transazioni tramite l’app. Altri ancora elogiano il sistema di cashback e la possibilità di fare donazioni in modo semplice. Non solo: soddisfatti anche coloro che hanno notato che quando si apre l’app, si possono visualizzare tutti i negozi in cui Satispay è presente, filtrandoli per categoria di merce o per luogo.

Alcuni utenti hanno rilevato che durante il periodo di covid Satispay è comodo perché  contactless e volendo, per i pagamenti da esercenti abituali, consente di pagare anche a distanza, per evitare gente, e per non fare code. Commenti favorevoli anche con riguardo alla possibilità di non usare la carta di credito, la funzione salvadanaio e le ricariche telefoniche. 

Le recensioni negative di Satispay

Tuttavia, l’app in questione ha ricevuto anche alcuni commenti non positivi. Ci riferiamo, ad esempio, al sistema di ricarica abbastanza rigido. Infatti, entro la settimana il budget predefinito non può essere oggetto di modifica, se si vuole innalzare il limite di spesa per acquisti dell’ultima ora. In altre parole, l’aggiornamento è comunque fatto all’inizio della settimana seguente.

Critiche anche nei confronti del servizio clienti, talvolta lento nelle risposte e chiarimenti e, talvolta, non sufficientemente esaustivo o preparato.

Altri utenti hanno puntato il dito contro la lentezza dell’attivazione account, almeno in alcuni casi. Qualche utilizzatore ha lamentato errori o malfunzionamenti dell’app Satispay. Commenti negativi anche in riferimento all’impossibilità di prelevare denaro contante.