Non ha retto alla vergogna e alla disperazione. Giovane mamma si toglie la vita e lascia nello sconforto marito e figlia piccola.

Ogni giorno parliamo di truffe perché ormai sono più numerose delle stesse rapine. Il phishing, la truffa romantica, le false mail e purtroppo tante altre ce ne sono. E non sempre le banche sono disposte a risarcirci. Storie disperate di persone che per un click sbagliato hanno visto svuotarsi il conto con i risparmi di una vita. C’è chi riesce a superare il dramma, chi no. E viene in mente la storia di una giovane mamma che, per vergogna, si era tolta la vita.

Era Federica Leardini. Aveva 35 anni, ha lasciato il marito e una figlia piccola. Non ha retto alla disperazione, e forse alla vergogna.

Un gesto disperato, ancora avvolto dal mistero anche se tutti gli indizi portano ad un bancomat. Era sparita dopo avere scoperto che il suo conto alle Poste era stato completamente svuotato, quasi sicuramente a seguito di una truffa ai suoi danni.

La giovane mamma era di Binferraro, in provincia di Verona. Era andata all’ufficio postale, voleva fare un regalo alla figli. Quando ha scoperto che non aveva più nulla sul conto è finita nella disperazione più assoluta. È tornata a casa e ha comunicato al marito che era stata truffata. Nel pomeriggio è uscita di casa, e non è mai più rientrata.

LEGGI ANCHE >>> Luce e Gas, assunti se imparano a truffare: come ci rubano i dati in casa nostra (VIDEO)

Le hanno svuotato il conto: se ne accorge e si uccide, chi l’ha truffata?

federica leardini

Ora gli inquirenti stanno cercando di ricostruire ogni passaggio della tragedia. C’è da trovare il truffatore che si è impossessato delle credenziali di Federica per poi svuotarle il conto facendo acquisti costosi online. Bisogna capire se è una persona vicina alla giovane mamma oppure se si tratta di un truffatore sconosciuto..

LEGGI ANCHE >>> Trading: la truffa del secolo è spietata! I vostri risparmi sono a rischio (VIDEO)

Federica era stata divorata dalla vergogna e dal rimorso. E’ andata verso il fiume e lì è stata ritrovata: morta nelle gelide acque di fiume Adige.