A partire dallo stop alle notifiche delle cartelle, fino ad arrivare al rinvio del versamento dell’Irap, sono tante le proroghe che dovrebbero essere introdotte con il decreto Sostegni Bis.

Pixabay

Il 2020 si rivela essere uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del coronavirus, abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini per via delle varie restrizioni volte a contrastarne la diffusione. Se tutto questo non bastasse, sono molti gli imprenditori che hanno dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività, ritrovandosi a registrare un netto calo del fatturato.

Tante le famiglie costrette a dover fare continuamente i conti in tasca, prima di comprare qualcosa, in modo tale da non incidere ulteriormente sul bilancio famigliare. Se tutto questo non bastasse, ad aggravare la situazione, è il timore di ritrovarsi a dover fare i conti con le tanto temute cartelle esattoriali. A tal fine il Decreto Sostegni Bis dovrebbe portare con sé delle importanti novità, come ad esempio la proroga della notifica delle cartelle, così come lo slittamento dei versamenti dell’Irap. Entriamo nei dettagli e vediamo quali sono le date da segnare.

LEGGI ANCHE >>> Turismo in ginocchio, il paradosso italiano: spostamenti tra regioni vietati, ma all’estero….

Dalle cartelle esattoriali all’Irap, nuova proroga in arrivo: cosa c’è da sapere

Bonus terzo figlio 2021: requisiti e date di scadenza
Fonte foto: web

A causa dell’impatto del Covid sono tante, purtroppo, le famiglie alle prese con una grave crisi economica. Proprio per questo motivo il governo ha deciso, nel corso di quest’ultimi mesi, di approvare varie forme di aiuto, come ad esempio la proroga di alcuni termini di pagamento. Tra questi si annovera l’Irap, il cui pagamento, grazie al prossimo Decreto Sostegni, dovrebbe slittare al 30 settembre.

Come fatto sapere dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con il comunicato stampa n° 87 del 30 aprile 2021, infatti, grazie ad “una norma di prossima emanazione sarà prorogato dal 30 aprile 2021 al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento, senza sanzioni e interessi, dell’IRAP non versata per effetto dell’errata applicazione delle previsioni di esonero di cui all’articolo 24 del decreto-legge n. 34 del 2020″.

Ma non solo, attraverso il comunicato stampa n° 88 del 30 aprile 2021, il Mef ha annunciato un’importante novità anche per quanto concerne la sospensione dell’attività di riscossione. Grazie al Decreto Sostegni Bis, infatti, si prevede un’ulteriore rinvio fino al prossimo 31 maggio. La sospensione, come si legge nel comunicato: “riguarda tutti i versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito e dagli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, nonché l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare procedure cautelari o esecutive di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti“.

LEGGI ANCHE >>> Inps, in arrivo contributi per soggiorni estivi: cosa c’è da sapere

Una notizie senz’ombra di dubbio importante, che permette a molte famiglie di poter finalmente tirare un sospiro di sollievo. Non resta quindi che attendere l’approvazione del Decreto Sostegni Bis per ottenere informazioni più dettagliate in merito.