Lo Special One approda alla Roma facendo volare il titolo in Borsa. Ecco la carriera incredibile di Mourinho e i suoi compensi.

José Mourinho
Foto © GettyImages

José Mourinho chi è, anni, dov’è nato, carriera

  • Nome: José Mário dos Santos Mourinho Félix
  • Altezza:  174 cm
  • Peso: circa 70 kg
  • Data di nascita: 26 gennaio 1963
  • Luogo di nascita: Setubal

L’annuncio è stato davvero di quelli clamorosi. A freddo, a due ore dalla formalizzazione dell’addio a Paulo Fonseca e con un tweet che spiazza tutti, tifosi e addetti ai lavori. José Mourinho sarà il nuovo allenatore della Roma. Una scelta non scontata, tutt’altro che semplice visto il periodo nero vissuto dalla compagine giallorossa, a picco in campionato e attesa da una semifinale di ritorno in Europa League che le richiederà un’impresa titanica. Ma lo Special One è uno che ama le sfide e già si è detto entusiasta del progetto ambizioso della famiglia Friedkin. E anche i supporter giallorossi hanno visto schizzare il proprio umore, rivitalizzato il proprio entusiasmo pensando a cosa potrebbe essere la Roma con Mourinho.

Anche il titolo di Borsa dell’As Roma ha iniziato a volare: +21% a Piazza Affari, un rialzo altrettanto clamoroso della notizia in sé. E i principali tabloid e quotidiani sportivi del mondo piazzano la Roma in prima pagina, dall’Inghilterra alla Spagna fino alla Francia. Tutto fatto nel silenzio, mentre tutti i bookmakers chiudevano le quote su Maurizio Sarri come nuovo tecnico giallorosso. Ancora una volta, come accaduto in occasione del caos Superlega, i Friedkin scelgono di parlare tramite comunicato, solo ed esclusivamente a cose fatte. Una linea che a quanto sembra produce fatti oltre che parole.

LEGGI ANCHE >>> Il conto della Super League tra fondi e scissioni: il calcio è nel pallone

Chi è José Mourinho non è qualcosa che sanno solo gli appassionati di calcio. Il tecnico portoghese, uno dei più vincenti nella storia del calcio, è un personaggio pubblico amato da alcuni, controverso per altri ma comunque ritenuto all’unanimità un grande comunicatore. Un uomo di polso, in grado di guidare grandi compagini e resistere alla tensione di piazze caldissime, come quella giallorossa appunto. Per Fabio Capello, uno che a Roma ha vinto, in questo tipo di situazioni lo Special One si esalta. Ed è quello che sperano tutti i tifosi della compagine capitolina, che guardano ora alla prossima stagione come quella della vera rinascita dopo tanti anni di transizione.

La famiglia di Mou: padre, moglie, figli

Il padre di José era Felix Mourinho. Ha giocato al calcio dal 1958 al 1974 e poi ha fatto l’allenatore dal 1971 al 1997. Come calciatore ha vinto 2 Coppe del Portogallo e 2 Taça Ribeiro dos Reis. Dal 1988 l’attuale tecnico della Roma è sposato con Matilde Faria. Da quest’ultima ha avuto due figli: Matilde Faria Mourinho Félix nata nel 1996 e José Mário Faria Mourinho Félix nato nel 2000.

Mourinho alla Roma: gli stipendi in giro per l’Europa

Una carriera clamorosa, condita da 25 titoli e alla guida di alcune fra le più prestigiose società del pianeta. Dagli esordi in Portogallo fino al primo grande incarico al Porto, che condusse alla conquista di un’incredibile Champions League. Poi il Chelsea, con due Premier League di fila, quindi l’Inter, con due campionati e una Champions leggendaria (con triplete annesso). Quindi Real Madrid, di nuovo Chelsea, Manchester United, Tottenham, ora Roma. Grandi club, grandi storie e, naturalmente, grandissimi compensi accanto ai 25 titoli complessivi vinti fra campionati e coppe. Non ci sono ancora notizie circa l’importo totale del contratto con la Roma. Ma in passato i compensi di Mourinho sono stati degni del top a livello di allenatori.

LEGGI ANCHE >>> Flop Super League, terremoto in Borsa per la Juve: la posizione di Agnelli

Basti pensare ai 15 milioni di sterline circa percepiti dal Tottenham, pari a 17,5 milioni di euro. Comunque inferiore ai 20 milioni di euro percepiti al Manchester United. Il primo contratto top lo ricevette nella prima esperienza al Chelsea, nel 2004, con 5 milioni di euro. Poi incrementato fino ai 7,5 dell’ultimo periodo. Nel 2008 arrivò all’Inter per 9 milioni, saliti a 12 nell’anno del triplete. Andò bene anche al Real Madrid (15,3 milioni) e nella seconda puntata al Chelsea (fino a 23 milioni). Alla Roma sarà diverso. Qui sarà soprattutto questione di passione e di pallone. Nel senso più autentico del termine.