Sempre più tentativi di truffa on line mettono in pericolo le posizioni bancarie di numerosi cittadini italiane.

Truffa on line
Truffa on line (Adobe)

Sempre più cittadini italiani sono alle prose con le cattive intenzioni di truffatori che abilmente si inseriscono all’interno dei profili bancari di migliaia di clienti di istituti di credito. La maggior parte delle truffe on line, hanno tutte come obiettivo principale, chiaramente, indurre il correntista a spalancare le porte del proprio profilo bancario ed esporlo al tentativo di furto continuato. Tutto questo, ovviamente, sperando di non essere subito scoperti.

BNLIntesa Sanpaolo e Unicredit gli istituti di credito maggiormente colpiti da attacchi hacker e truffe. I tentativi si moltiplicano e sempre più clienti diventano vittime sacrificali da parte di truffatori senza scrupoli. Protagonista onnipresente è il link attraverso il quale si chiede alla potenziale vittima di accedere al suo profilo bancario per inserire le credenziali d’accesso, utilizzando innumerevoli scuse, spesso molto convincenti.

LEGGI ANCHE >>> La truffa che spaventa i contribuenti: l’nps avverte tutti

Truffe bancarie: le diverse tipologie di truffa maggiormente diffuse

Se il fine resta sempre lo stesso, e cioè appropriarsi dei risparmi dei clienti dei vari istituti di credito, le tecniche possono variare in base allo strumento utilizzato per mettere in piedi la truffa. Se si tratta di una mail ricevuta parliamo di phishing, se si tratta, invece di sms parliamo di smishing. Il risultato, di fatto, no cambia, da un lato avremo una mail dall’altro un sms. L’operazione, alla fine sarà praticamente identica. Il link ed il tentativo di sabotaggio del conto corrente.

LEGGI ANCHE >>> Truffa ai danni di una coppia: fingeva di lavorare in banca

Protagonista assoluto, cosi come anticipato, il link. Da qui, i truffatori fanno accedere ad una pagina in tutto e per tutto somigliante alla homepage del nostro istituto di credito. Penseremo di essere entrati nel sito della nostra banca ed invece non sarà cosi. I dati inseriti daranno ai truffatori la chiave per accedere al nostro profilo ed autorizzare operazioni che man mano ci svuoteranno il conto corrente. Niente di più semplice, per loro.