L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e potenzia la lotta all’evasione fiscale. Chi sono gli 007 pronti a entrare in gioco.

Evasione Fiscale 007
Foto: Web

Gli inseguimenti spericolati non avvengono solo sulle strade delle grandi città. Pedinamenti discreti e rincorse affannate possono avvenire anche nei labirinti del Fisco. Anzi, è proprio laddove le strade sono più intricate che la scena d’azione è più movimentata. Ma anche più ragionata, trattandosi più che altro di un “gioco” di ragionamento. Il Fisco sembra averlo intuito da tempo, tanto che con i fondi del Recovery fund arriveranno nuove assunzioni, mirate proprio a rinforzare il campo della lotta all’evasione fiscale. Veri e proprio 007, posizionati giusto a metà fra i provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate e i contribuenti.

L’obiettivo è quello di monitorare i movimenti in ambito fiscale, cercando di individuare e smascherare i tentativi di sfuggire alle regole. Ben 2 mila assunzioni sono previste nei prossimi mesi, anche in ottica di un ricambio generazionale e di sviluppo di nuove competenze. Se c’è un dato assodato, infatti, è che l’implementazione tecnologica portata dalla pandemia ha richiesto la messa a punto di diverse peculiarità nel settore lavorativo. Per questo il ragionamento sembra essere mirato a garantire un organico di 007 in grado di districarsi nei meandri dei sistemi telematici.

LEGGI ANCHE >>> Il “piano di evasione” della coppia: così Porsche e barca erano celati al Fisco

Fisco, armi affilate contro i furbi: chi sono gli 007

Detta così, sembrerebbe davvero di assistere a un film di spionaggio. Ma queste figure non sono dei veri James Bond, quanto più degli agenti impiegati per il monitoraggio delle procedure. Ora che il taglio delle cartelle esattoriali sembra diventato realtà e la nuova immissione dei crediti da esigere nel circuito dell’Agenzia delle Entrate, l’erario ragiona in ottica di rafforzamento del personale amministrativo. Ma non solo. Anche il ringiovanimento dello staff sembra una priorità per l’ente, vista la riduzione progressiva avvenuta negli ultimi anni che ha portato l’età media dei dipendenti a 55 anni.

LEGGI ANCHE >>> Lotta all’evasione, al via i controlli del Fisco: ecco chi finisce nel mirino

Il Piano nazionale di Ripartenza e resilienza (Pnrr) si inserisce anche in questo senso. Le risorse specializzate (4.113 le figure previste per mandare avanti l’intera macchina) consentiranno anche l’accesso alle nuove competenze, sviluppate negli ultimi anni e richieste dalla successione degli eventi. Fra le figure che prenderanno posto nel nuovo organigramma, esperti di analytics, informatici e di fiscalità internazionale. La lotta all’evasione passa per forza dall’incremento dei requisiti. Il messaggio è chiaro: la partita si gioca più che altro sul web.