Spesso per evitare spese e potenziali controlli, si preferisce conservare i propri soldi in casa, evitando istituti bancari e poste.

Soldi fondo perduto
Foto: Web

Conservare i propri soldi in casa è una abitudine che coinvolge tantissimi cittadini, probabilmente la maggior parte essi, spesso anche considerando il tipo di lavoro praticato, purtroppo, in molti casi a nero, è quindi costretto anche, a tenere in casa i propri soldi. La cosa, se da un lato può consentire di avere una serie di vantaggi, dall’altra porta sicuramente ad innumerevoli rischi, dovuti proprio al fatto di tenere tanti soldi in un unico posto.

Tra i vantaggi, possiamo riscontrare, sicuramente il fatto di non dover pagare spese di gestione di un conto corrente bancario o postale. Non dover, in ogni caso, recarsi ogni volta presso uno sportello bacomat per prelevare la cifra che vi occorre, ed in più non essere oggetto, eventualmente, in casi di irregolarità o di semplice controllo, del giudizio tanto temuto dell’Agenzia delle entrate. Un po’ quello che temono tutti, insomma.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente: la cifra giusta per il nostro deposito bancario o postale

L’Agenzia delle entrata controlla anche i vostri soldi in casa: come comportarsi in merito

Tra gli svantaggi si può riscontrare, invece, sicuramente quello di non poter utilizzare particolari servizi che soltanto un conto corrente può offrire. Bonifici o altre operazioni del genere non potranno, chiaramente essere effettuate. In questo caso però potrebbero esserci, paradossalmente maggiori campanelli d’allarme che potrebbero insospettire, contro ogni previsione proprio l’Agenzia delle entrate.

Un esempio? Bhe considerate di dover acquistare un automobile o qualsiasi altro bene dall’importo elevato. Chiaramente un acquisto del genere non lo si fa in contanti, e quindi vi toccherà provvedere a mettere dei soldi, tutti insieme su un conto corrente.

LEGGI ANCHE >>> Agenzia delle Entrate senza pietà ma il rimborso è possibile

A quel punto, considerato l’improvviso aumento del vostro saldo, immotivato, in teoria ed assolutamente vistoso, per dirla cosi, potrebbe intervenire, per un controllo chiarificatore, proprio l’Agenzia delle entrate.