Lavastoviglie, strumento indispensabile: tutte le strategie di risparmio

Un elettrodomestico diventato via via insostituibile ma che comunque costringe a un grande dispendio d’acqua. Come regolarsi con la lavastoviglie? 

Lavastoviglie risparmio
Foto di FotoRieth da Pixabay

Ormai è difficile fare a meno di uno strumento come la lavastoviglie all’interno delle nostre abitazioni. Troppo comoda, rapida ed efficiente per essere accantonata facilmente, in nome di una pila di piatti da scrostare, pulire e lucidare a mano, prima di sciacquarli uno per uno. Consumando inevitabilmente molta più acqua di quanta ne servirebbe. Per questo, come del resto avviene anche per altri utensili pluri-utilizzati durante il ménage domestico, è bene sapere in che modo limitare i consumi (e quindi i costi). Conoscere qualche accortezza per capire che, in realtà, non è niente di diverso da una buona abitudine.

Un vero e proprio a-b-c. Perché se è vero che la prudenza non è mai troppa, occorre cominciare dal prodotto stesso. Andare su un’offerta è la prima tentazione. E, sebbene è difficile incorrere in qualche fregatura se si procede all’acquisto in negozio, un occhio alla qualità complessiva è sempre bene metterlo. Così come va attenzionata la classe energetica. Scegliere un prodotto meno costoso può essere un risparmio lì per lì ma, alla lunga, si andrebbe a spendere più di quello che si è tenuto da parte. Ecco perché è meglio utilizzare qualche soldo in più ma stare tranquilli coi consumi.

LEGGI ANCHE >>> Frigorifero: ecco dove posizionarlo per non spendere un botto in bolletta

Lavastoviglie, strumento indispensabile ma il risparmio pure

A++ o  anche A+++. La classe energetica meglio sia elevata. Più lo è, più gli sperchi saranno ridotti a livello di consumo. Ma questo solo come macro-operazione. Esistono altre possibilità che sono veri e propri accorgimenti, abitudinari e praticamente giornalieri. Ad esempio, non tutti sanno che infilare in lavastoviglie un piatto per la maggior parte ripulito dai residui di sporco (magari con un tovagliolo di carta) consente un doppio risparmio: non sprecare troppa acqua di lavaggio e non sprecarne troppa nemmeno per sciacquare la stoviglia prima di riporla in lavastoviglie.

LEGGI ANCHE >>> La partita a scacchi del carburante: poche mosse per un grande risparmio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questo piccolo trucco contribuirà a farci risparmiare anche sul programma. Se le stoviglie vanno solo sciacquate, senza chissà quale lavaggio, andrà bene anche un programma breve ed economico. Altro suggerimento, evitare l’asciugatura dei piatti con l’apposita procedura. Ne basta infatti una molto più semplice: aprire lo sportello della lavastoviglie una volta terminato il lavaggio. Spento l’elettrodomestico, ecco che ci penserà l’aria di casa ad asciugare piatti, bicchieri e scatolette varie. Anche in questo caso, il portafogli ringrazia.