L’Inps avanza con il piano digitalizzazione. Oltre al questionario di gradimento, per i titolari di pensione si prospettano ulteriori nuove in arrivo.

Nuova circolare, nuovi servizi. L’Inps scrive a fruitori e potenziali fruenti per quanto riguarda il tema della pensione, comunicando qualche novità con la circolare n. 46/2021. Non si tratta di restyling dal punto di vista di importi e requisiti ma, più semplicemente (e più funzionalmente), l’annuncio di un’implementazione digitale che riguarderà l’ente ma anche i beneficiari registrati sull’area riservata. In pratica, il rinnovamento tech coinvolge persino l’ambito pensionistico. Fino a poco tempo fa sarebbe stato il superamento di un luogo comune. Oggi bisogna adeguarsi ai tempi, qualunque età si abbia.

Del resto, il progetto di digitalizzazione dell’Inps è stato pensato per facilitare la vita ai fruitori dei servizi, non a complicarla. In questo senso, rientrano servizi come l’aumento del montante contributivo e il riscatto (o la ricongiunzione) dei contributi. A questo proposito, inoltre, si sta preparando l’invio di un questionario di gradimento per capire a che punto è l’erogazione dei servizi e, al tempo stesso, l’indice di apprezzamento degli utenti. Tra fruibilità e semplicità nelle varie operazioni.

LEGGI ANCHE >>> Decreto sostegni, in Senato intervengono i sindacati

Pensione, novità in vista: l’Inps avanza con la digitalizzazione

L’obiettivo non è solo digitalizzare, quanto rendere ciò che è disponibile online più funzionale e più agevole anche per i meno tecnologici. I nuovi servizi in arrivo, nello specifico, permetteranno di presentare la domanda di riscatto o di ricongiunzione, oltre che di calcolare l’onere per aderire ai servizi. Domanda che, di suo, dovrà essere presentata in modalità telematica, utilizzando il sito dell’Inps oppure agendo per via intermediaria tramite patronati. Possibile anche utilizzare il numero verde. Ma certamente la prima opzione, oltre a consentire l’accesso diretto al servizio, sarebbe anche quella più rapida.

LEGGI ANCHE >>> Lavoro: ecco quali aziende cercano personale

Per accedere ai nuovi servizi sul portale Inps, basterà cliccare sul pulsante dedicato nella sezione “Prestazioni e servizi”, per poi procedere con quello che interessa. In questo caso sul bottone “Portale riscatti-ricongiunzioni” (resta valido il requisito del Pin Inps o dello Spid). A questo punto, si potranno vagliare l’opzione Home Riscatti (dove si presenta la domanda vera e propria) e Home Ricongiunzioni, per effettuare un ricongiungimento. Fra le nuove funzionalità, la possibilità di calcolo dell’onere di riscatto (ad esempio della laurea). Uno strumento che consente una simulazione, una sorta di prova generale di quello che sarebbe il riscatto vero e proprio. Tenendo conto del possibile margine d’errore. Minimo, ma c’è.