Buone notizie per tutti coloro alle prese con le rate di mutui. In determinati casi, infatti, è possibile richiedere, e ottenere, la relativa sospensione. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Mutuo, quanto è diventato difficile accedervi: colpa delle banche
Mutuo (Fonte foto: web)

Il Coronavirus continua ad avere, purtroppo, un impatto negativo sulle nostre vite sia dal punto di vista delle relazioni sociali che economiche. Molte famiglie, purtroppo, si ritrovano a dover fare i conti con delle minori entrate, con conseguenti difficoltà nel riuscire ad affrontare le varie spese. A partire dall’alimentazione, passando per le bollette, fino ad arrivare alla cura di sé stessi e alla gestione della casa, d’altronde, sono davvero tante i costi da dover sostenere.

Tra questi si annoverano, ad esempio, il canone di affitto o le rate del mutuo della casa. Soffermandosi su queste ultime, è bene sapere che è possibile in determinati casi richiedere, e ottenere, la sospensione del pagamento. Una pratica che, soprattutto lo scorso anno, ha visto l’interesse di un numero crescente di persone, viste le inaspettate difficoltà economiche che hanno colpito molte famiglie. Ma come funziona e chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

LEGGI ANCHE >>> Ristrutturare casa? Tutti i bonus da richiedere che fanno al caso vostro

Mutuo, sospendere le rate è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Mutuo al 95%
Foto © Pixabay

Il mutuo non è altro che un prestito che viene concesso da un istituto di credito a favore di un soggetto, nella maggior parte dei casi per l’acquisto di un’abitazione. Ovviamente, trattandosi di prestiti, le somme ricevute devono essere restituite, seguendo un apposito piano di ammortamento. Non sempre, però, riuscire ad adempiere ai propri impegni è possibile. Basti pensare a quanto è successo nel corso degli ultimi mesi a causa del coronavirus, che ha portato molte persone a dover fare i conti con una grave crisi economica.

Proprio in questo contesto interesserà sapere che è possibile in determinati casi richiedere, e ottenere, la sospensione delle rate del mutuo. Entrando nei dettagli è possibile optare per una delle seguenti soluzioni:

  • Sospensione regolata dalla cosiddetta legge Gasparrini. Grazie ad un accordo stipulato con CONSAP, in casi specifici, la banca può sospendere il mutuo, per un periodo massimo di 18 mesi. In questo CONSAP provvede al rimborso del 50% degli interessi maturati durante il periodo di sospensione.
  • Accordo ABI – Associazione consumatori. Quest’ultimo offre la possibilità di beneficiare di una sospensione, per un periodo massimo di 18 mesi, in casi specifici, come ad esempio la perdita del lavoro o comprovate difficoltà economiche sopraggiunte dopo la stipula del mutuo.
  • Accordo con l’istituto bancario. In caso di difficoltà è possibile rivolgersi alla propria banca per richiedere una sospensione delle rate. Un’ipotesi che vede un accordo privato tra le parti e che non è regolato da alcuna normativa, offrendo così la possibilità di poter trattare con la banca per chiedere che le rate vengano sospese per un determinato periodo di tempo.

LEGGI ANCHE >>> Mutui e affitti, attenti alle novità: ecco cosa c’è da sapere

A questo punto, quindi, abbiamo visto che richiedere la sospensione delle rate del mutuo è possibile. In caso di difficoltà, pertanto, non dovete fare altro che rivolgervi alla vostra banca e trovare la soluzione più adatta alla vostre esigenze.