L’Agcom ha aperto un’istruttoria riguardo Tim per verificare che tutto sia in regola nella partnership con Dazn.

La sfida tra Dazn e Sky per l’assegnazione dei diritti televisivi per le prossime stagioni della Serie A italiana non è ancora conclusa. Nelle ultime giornate si era, infatti sparsa la voce di  una possibile indagine in merito ai rapporti ed alla consistenza del legame tra Dazn e Tim. Questo per escludere ogni tipo di violazioni in merito a quella che è stata una vera e propria gara, con Sky, per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A di calcio.

Sky, infatti, dopo ben diciotto anni, aveva perso l’esclusiva sulla trasmissione degli incontri della Serie A italiana, in favore di Dazn. L’offerta di quest’ultima, ritenuta più vantaggiosa dai club della massima serie italiana, ha presentato però un piano che forse all’inizio non era del tutto chiaro. Una partnership con Tim, per la gestione e la trasmissione di tali diritti. Dazn ha più volte dichiarato di aver fatto tutto secondo legge. Ma oggi l’Agcom vuole vederci chiaro.

LEGGI ANCHE >>> Abbonamenti cellulari, AGCOM blocca gli addebiti economici inconsapevoli

Dazn Sky: l’entrata in scena di Agcom lascia prevedere una dura battaglia

A questo punto, con l’entrata in scena di Agcom si fa largo l’ipotesi di una lunga battaglia per il riconoscimento e la legittimazione di quelle che sono state le dinamiche che hanno portato all’assegnazione dei diritti televisivi della Serie A, per le prossime stagioni, a Dazn. Secondo l’Agcom, infatti è il caso di verificare: “l’eventuale sussistenza di effetti distorsivi o di posizioni comunque lesive del pluralismo, ed in ogni caso riguardo l’accordo di distribuzione con Dazn“. Il riferimento, in questo caso è a Tim, che porterebbe sul suo portale le gare delle prossime stagioni della Serie A.

Il discorso è dunque ampio, a questo punto si indagherà sulla correttezza di certe partnership e sull’eventualità in cui certe regole siano state violate. Sky è alla porta, in ogni caso, nel caso possano materializzarsi eventuali vantaggi per la grande azienda, da anni detentrice unica dei diritti televisivi della Serie A.

LEGGI ANCHE >>> Dazn frega Sky e gli abbonati insorgono: ma c’è qualcuno che ride

La battaglia è appena cominciata e chissà quando finirà de tutto. Gli abbonati attendono e provano a capire quale scenario si presenterà davanti ai loro occhi all’inizio della prossima stagione calcistica.