Quando arriveranno i soldi della nostra cassa integrazione? Non preoccupatevi, la domanda non è scomparsa, lo dice l’Inps

Inps (Fonte foto: web)

Siamo stati messi in cassa integrazione, ma di soldi non ne abbiamo visto nemmeno l’ombra. Questo è normale, ma quando arriverà l’assegno? A rispondere è proprio l’Inps, che fa capo ai richiedenti di CIG ordinaria, derogata e con assegno ordinario a causa dell’eventuale sospensione o riduzione dell’attività. In pagina web o sull’App dell’Ente, è possibile andare a verificare l’iter della domanda che ha spedito il datore di lavoro.

Spesso accade che l’Inps sia chiamata a far chiarezza su diversi temi, come ieri è successo anche per il lavoro part-time. L’Ente tra l’altro ha annunciato anche l’apertura della sezione Integrazioni salariali interno al servizio Online CIP, con queste credenziali:

  • Codice Fiscale e credenziali SPID;
  • Carta di identità elettronica 3.0;
  • CNS;
  • PIN INPS, solo se già in possesso dell’utente e utilizzabile fine al 30 settembre 2021.

Leggi anche>>> Contributo a Fondo perduto fino a 150 mila euro: si può già richiedere?

Cassa integrazione

La novità di questo servizio online, è dovuta proprio al possibile controllo del percorso della domanda che avrebbero dovuto presentare i nostri datori di lavoro. Con la sezione Integrazioni salariali, potremo disporre di diverse informazioni, come la tipologia di presentazione, data di ricezione e periodo della domanda, protocollo della stessa, se c’è la richiesta o meno dell’anticipo al 40%, esito individuale, stato della domanda e sede Inps di competenza.

Inps ha da poco anche sbloccato per la cassa integrazione, la velocizzazione del processo, comunque nella suddetta sezione, troveremo poi anche lo stato del pagamento. Con il comunicato rilasciato il 22 marzo, l’Ente ha redatto anche un tutorial per la verifica dei tempi per l’arrivo della cassa integrazione e quindi del bonifico.

Leggi anche>>> Decreto Sostegni: per tutti i contributi basta un click

La domanda, per i datori di lavoro, va effettuata tramite il servizio CIP e l’accesso al menù che troviamo in alto: una volta individuato, cliccare su Integrazioni salariali. Lì, avremo la possibilità di andare su domanda di CIG con causale Covid 19. Troveremo sicuramente la nostra, perché il sistema può andare all’indietro, fino a 18 mesi da oggi.