Decreto sostegno approvato nelle prossime ore. In atto variazioni per modificare il criterio di accesso ai fondi.

Sono sempre di più gli Italiani, che a distanza di un anno, necessitano di un sussidio economico per front

Cosa conterrà il nuovo Ds?

Il Decreto Sostegno conterrà tutti i sostegni passati e futuri pensati proprio da un anno a questa parte; verrà introdotta nuovamente la NASPI, CIG, e verrà modificato il bonus alle partite IVA fino a REM E REDC. Il progetto è quello di erogare i fondi, entro 20 giorni dalla pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale. Queste piccole iniziative, porteranno più soldi per l’affitto delle famiglie. Vediamo di capirne di più in merito.

LEGGI QUI >>> Reddito di cittadinanza: a marzo aumenti ed anticipi di accredito

Novità del reddito d’emergenza 2021

Ebbene sì. Il nuovo decreto ristori è orientato a risollevare le sorti italiane a seguito del periodo buio che stiamo attraversando. Il REM, ovvero il Reddito di Emergenza (d.l. 34) è una misura di sostegno economico istituita con l’articolo 82 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Successivamente, il decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 ha introdotto la possibilità di richiedere un’ulteriore mensilità di REM (REM d.l. 104). Per cui si evince che le nuove rate per il sostegno non saranno né 2 né 4, ma 3 nuove. Il vero cambiamento starà nel modificare i parametri per l’accesso al bonus e far rientrare nel bonus, chi al momento si trova sprovvisto di strumenti di sostegno al reddito. Saranno inclusi nel beneficio i lavoratori che da luglio 2020 fino allo scorso febbraio hanno preso la NASPI.

LEGGI QUI >>> Governo Draghi, non solo decreto Sostegni: ecco cosa c’è da aspettarsi

Reddito per le famiglie

Il REM è un sostegno al reddito di natura straordinaria sorto nel periodo Covid-19. Esso è stato pensato per tutti i nuclei familiari che si trovavano in condizioni di emergenza e non avevano accesso ad altre forme di sostegno. L’importo delle nuove rate potrebbe essere più ricco per quei nuclei familiari che vivono in affitto. Se confermata dal DS, si tratterebbe di una novità che renderebbe più interessante questo ristoro.