Spid senza web, la soluzione è in tabaccheria: ecco come fare

Un servizio a basso costo, utile per ottenere in breve tempo un’identità digitale. Tutta intuitiva la procedura per lo Spid in… tabaccheria.

Spid

A pensarci bene, le principali sigle davvero entrate nelle nostre vite sono quelle relative alle tassazioni. Da qualche tempo, tuttavia, accanto alle varie Ici, Imu e compagnia bella, si sono posizionate altre quattro lettere che corrispondono addirittura a un’identità digitale. Con lo Spid ormai si fa tutto: si accede ai servizi, si ottengono documenti, pagare tasse, utilizzare gli strumenti di pagamento come PagoPa… In sostanza, grazie allo Spid è possibile costruire una sorta di “io” digitale, utile per facilitarci la vita durante passaggi burocratici che, altrimenti, richiederebbero molto più tempo.

Un sostitutivo digitale della carta d’identità quindi, facilmente ottenibile e, ormai, richiesto quasi su ogni pagina web di servizi pubblici. Procedure di riconoscimento facciale, pratiche online e, per i meno esperti, anche la possibilità di farlo tramite Poste Italiane, che concede il servizio in forma assolutamente gratuita. Un bel vantaggio che, però, anche se non tutti lo sanno non è l’unico.

LEGGI ANCHE >>> Cashback senza SPID? Ecco il conto Enel X Pay

Spesso la tabaccheria è più accessibile di un ufficio postale. Meno coda, meno tempo e, soprattutto, passaggi più veloci. Tanto che molti, approfittando proprio di una maggiore elasticità negli orari e nelle congestioni, utilizzano le ricevitorie per saldare alcuni bollettini. Una novità essenziale, in questo senso, è arriva a gennaio 2021: come per i cedolini, le tabaccherie hanno predisposto ai cittadini un servizio di apertura dello Spid, non gratuito ma a un costo piuttosto basso. Appena 9 euro, ovvero un invito a nozze per chi ha bisogno di un’identità digitale a stretto giro e preferisce vitare le code allo sportello postale.

Spid senza web, la soluzione è in tabaccheria: requisiti e procedura

Non tutte le tabaccherie ma quasi tutte. Requisito essenziale è possedere i servizi Mooney/Sisalpay. Un elenco comunque lunghissimo, che conta quasi 6 mila tabacchi in tutta Italia e che è disponibile sul sito web locator.mooney.it. Un portale utile a capire se nei pressi della nostra abitazione dovesse esserci una ricevitoria abilitata a offrire il servizio. Il nome ufficiale è Spid Infocert e richiede al massimo un giorno lavorativo per l’attivazione. Comunque non più di 72 ore.

Pochissimi i requisiti: una posta elettronica, un cellulare per ricevere il codice OTP, documento, tessera sanitaria e una loro scansione. Necessaria anche la registrazione a Infocert, ottenibile cliccando sul pulsante abilitato “Richiedi il tuo Spid”. Di lì basterà seguire la procedura, selezionando l’opzione “In tabaccheria” e versando i 7,99 euro di costo. A questo punto le credenziali verranno abbinate alla richiesta generando un codice di identificazione. In tabaccheria, di fatto, si completerà solo l’iter.