Un nuovo tentativo di truffa vi avvisa con un SMS di una strana anomali su vostro conto PostaInfo. Non aprite assolutamente il link!

Una nuova truffa gira per i telefonini: un SMS da parte di PostaGiro che porterebbe a pensare ad un blocco della propria carta.

Nel messaggio è compreso un link che dovrebbe rimandare ad una possibile risoluzione del problema. Questo link non va assolutamente aperto, per nessuna ragione!

Il messaggio incriminato citerebbe questo testo, con anche alcuni errori di ortografia interni:

“Gentile Cliente, causa anomalie, la invitiamo a compilare il modulo seguendo il link onde evitare blocco http://is.gd…”

Già da un messaggio del genere si potrebbe pensare, per i più svegli, ad un raggiro. Ma per chi dovesse inconsciamente cascare nel tranello, vi sono due ipotesi:

Nel primo caso, la migliore ipotesi, i malfattori potrebbero semplicemente capire che possono mandare altri messaggi alla vostra utenza. Nella peggiore, una volta cliccato, i ladri potrebbero rubare preziosi dati bancari personali.

Un Sms PostaInfo ti comunica anomalia conto: è una truffa, non dovete aprirlo!

SMS-PosteInfo

Parliamo degli errori di ortografia contenuti nei messaggi truffa che ci vengono inviati. Questa è la modalità più semplice per riconoscere uno scam che vuole tentare di accedere ai dati del nostro conto corrente.

Oltretutto anche in questo caso vi sono varie sfumature e metodologie di truffa.

Ad esempio molti scammer commettono degli errori appositamente nell’inviare un messaggio di truffa. Perché? Normalmente una persona accorta intuirebbe immediatamente un messaggio che potrebbe essere truffaldino e si premunisce nel non rispondere.

Da qui dunque viene effettuata già una prima scrematura che porterà a proseguire la truffa solo con le persone più facilmente raggirabili.

Quindi come abbiamo potuto comprendere, si possono riconoscere la maggioranza delle truffe che ci arrivano su whatsapp tramite gli errori grammaticali, dato che spesso le persone dietro a queste truffe sono stranieri.

Questi ovviamente, non sapendo la lingua, non sanno costruire periodi complicati grammaticalmente e quindi capiremo subito che non sono adeguatamente bravi nel parlare.

Quindi bisogna fare molta attenzione a qualsiasi verbo, costruzione della sintassi o parole che potrebbero avere errori ortografici: da questo possiamo certamente arrivare a capire che il nostro interlocutore sconosciuto potrebbe volerci truffare e rubare i soldi.

Attenzione dunque a non cadere nel tranello, alla fine molto banale.