Nuovo bonus INPS 2021: per riposarsi e stare sereni

È possibile richiedere un bonus terme di 12 giorni direttamente all’INPS per alcune categorie di lavoratori.

Bonus Inps

 

Si può richiedere un bonus di 12 giorni all’INPS per andare alle terme! No, non è uno scherzo, ma un utilizzo che l’INPS sta facendo di questo bonus per cercare di annullare nel tempo il riconoscimento dell’invalidità civile.

Non tutti ovviamente possono effettuare domanda ed ottenere questi benefits.Il tempo di utilizzo delle cure balneari può essere effettuato solo nel periodo ammesso dalle ferie.

In caso il lavoratore voglia richiedere prima il beneficio, dovrà essere permesso dal medico che dovrà dare il via libera ad usufruirne prima per casi di emergenza, ma solo in questo caso… altrimenti dovrà attendere le ferie prestabilite.

Nuovo bonus INPS 2021: per riposarsi e stare sereni, si può richiedere di andare alle terme

Sia i lavoratori nel privato che quelli nel pubblico possono richiedere i seguenti benefici:

  • in un anno (ciclo annuale) riconosce 12 giorni di cure termali, ossia due settimane. Precisamente, dal giorno lunedì (prima settimana) sino al sabato (seconda settimana), in funzione del calendario INPS;
  • non oltre 5 cicli di cure termali nell’intero periodo corrispondente alla vita assicurativa del beneficiario.

Il bonus riguarda molti trattamenti su patologie di varia specie:

  • in presenza di patologie reumo artropatiche viene garantito un ciclo di sedute di fango balneoterapiche per la cura di diverse malattie osteoarticolari;
  • in presenza di patologie bronco catarrali viene garantito un ciclo di sedute inalatorie, per garantire il benessere delle vie respiratorie.

Si può avere un bonus dai 5 normali cicli di trattamento:

  • per disfunzione reumo articolare, oppure, patologia bronco catarrale che possa essere l’ordine dell’invalidità civile. Tuttavia, è possibile con l’aggiunta di cicli di cure termali il beneficiario ottenga delle significative migliorie;
  • quando le cure balneo termali vengono utilizzate come prevenzione di rischi o patologie possibili, tendo conto dei seguenti criteri, quali: età anagrafica, contribuzione e attività lavorativa.

Questa però è la didascalia inserita sul sito INPS per spiegare la questione riguardante il bonus dopo il 5 ciclo:

Attenzione!Tutte le cure termali ammesse dopo il 5° ciclo, dovranno seguire la convalida del medico INPS oltre alla valutazione conclusiva redatta dal Coordinamento Generale Medico Legale dell’Istituto.