Pensione e debiti: il reddito previdenziale non sempre può essere pignorato

Esistono dei limiti al pignoramento delle pensioni da parte di un creditore nei confronti di un debitore. Quali sono?

Assegno Sociale

Debitori e creditori, un rapporto che spesso troviamo e spesso porta la rovina economica di qualcuno.

Purtroppo come per lo stipendio, un altro accredito che è soggetto a pignoramento è quello della pensione. Si parla di pignoramento riguardo all’espropriazione forzata di un creditore, può riguardare sia beni mobili che beni immobili.

Comunque ci sono dei limiti imposti dalla legge riguardo ciò che i creditori possono pignorare ad un debitore e questi limiti riguardano anche il fondo pensionistico.

La pensione viene pignorata dal creditore direttamente dall’INPS, il quale decurta il debito dall’assegno pensionistico, lasciando il cosiddetto minimo vitale al debitore.

Dunque se la pensione è inferiore al cosiddetto minimo, non potrà per legge essere pignorata. Il minimo varia di anno in anno e deve essere una volta e mezza superiore all’assegno di mantenimento.

Quest’anno l’assegno di mantenimento è esattamente di 460,28 euro, dunque la pensione dovrà essere di 690,42 euro.

Pensione e debiti: il reddito previdenziale non sempre può essere pignorato, rispettare il minimo vitale

Inoltre, anche in caso la pensione superasse il minimo vitale, può essere pignorata non sopra ad un quinto dell’importo che sarà di scarto superiore.

I crediti che possibilmente sono ammessi sono di tre specie: crediti per imposte, crediti di natura alimentarecrediti di altra natura. 

Il secondo metodo di pignoramento riguarda l’accredito bancario ed in questo caso la quota che si potrà pignorare è solo quella che sfora due volte l’assegno di mantenimento.

Abbiamo poi una terza soluzione che riguarda i risparmi del creditore: infatti se questi ha dei risparmi sul conto bancario, questi potranno essere pignorabili solo se sforano di tre volte l’assegno di mantenimento.

Come detto questo è di 460,28 euro, dunque l’importo che si potrà pignorare deve essere per una pensione superiore ai 1380,84 euro risparmiati dal credito, altrimenti al di sotto di questa cifra non si potrà effettuare il pignoramento monetario.