Allo Stato servono 15 miliardi: cancellare il cashback per salvare le pensioni

Si parla di 15 miliardi di euro da trovare per effettuare tre importantissime riforme per i contribuenti. Senza di questi sarà più difficile.

Ben 15 miliardi da trovare per far fronte a tre importantissime riforme previste dal Governo Draghi.

Si tratta di tre importanti manovre:

  • riforma del Fisco, necessaria per alleggerire il carico fiscale;
  • riforma degli ammortizzatori sociali, di particolare importanza specialmente in questo periodo;
  • riforma delle pensioni, vista la scadenza imminente di Quota 100 e lo scalone di cinque anni che si verrà a creare.

In ballo infatti un documento molto importante: la riforma del DEF da presentare entro Aprile 2021 per il quale appunto servirà recuperare 15 miliardi, dato che 32 sono già andati al decreto Sostegni instaurato da Draghi.

Servono allo Stato 15 miliardi per effettuare tre operazioni per i contribuenti

In particolare il DEF sembra valutare queste ipotesi:

agganciare, seppur non direttamente, la riforma degli ammortizzatori sociali al Piano Rilancio. In questo modo, una parte delle risorse per la riforma degli ammortizzatori potrebbe arrivare dal Recovery Fund;

autorizzare un nuovo scostamento di bilancio, il quale come obiettivo primario avrebbe quello di garantire gli aiuti necessari a causa del peggioramento della pandemia. Anche queste risorse potrebbero essere utilizzate per la riforma degli ammortizzatori sociali;
per finanziare la riforma fiscale potrebbe esserci lo stop anticipato al cashback di Stato.

Nella maggioranza sono diversi a richiederlo: dalla Lega a Forza Italia, come pure Italia Viva. E anche il Partito Democratico non si opporrebbe qualora lo stop al cashback dovesse servire per rafforzare i fondi per la lotta alla povertà. In tal caso, sospendendo il cashback nel secondo semestre dell’anno, si potrebbero recuperare altri 3 miliardi di euro.

Inoltre si sta mettendo in pratica anche la riforma sugli ammortizzatori sociali dato che la pandemia ha messo in luce i cali che vi sono moltissime persone disoccupate in grave difficoltà economica che vanno assolutamente aiutati.