Lavoro, occhio alle novità: più soldi in busta paga

Buone notizie in arrivo per molti lavoratori che vedranno più soldi direttamente in busta paga. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo in quali casi e chi ne ha diritto.

Premio produttività

L’ultimo anno ha visto cambiare molte nostre abitudini a causa del Covid. Un virus che è entrato in modo prepotente nelle nostre vite, portando con sé delle conseguenze negative sia per quanto concerne le relazioni sociali che quelle economiche. Molti imprenditori si ritrovano a dover tenere le serrande delle proprie attività chiuse, a causa delle varie restrizioni volte a limitare la diffusione del coronavirus.

Dall’altro canto la macchina amministrativa continua a lavorare, con la Legge di Bilancio 2021 che ha confermato alcune importanti misure, come ad esempio il taglio del cuneo fiscale. Grazie a questa misura, infatti, è stata introdotta un’ulteriore detrazione, grazie alla quale saranno in molti a ricevere più soldi direttamente in busta. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Bonus, ottenerli senza dichiarazione ISEE è possibile: ecco in quali casi

LEGGI ANCHE >>> Covid, dal bonus baby sitter ai congedi: ecco quando arrivano gli aiuti alle famiglie

Lavoro, occhio alle novità: più soldi in busta paga grazie alla detrazione fiscale

Come già detto, grazie alla Legge di Bilancio 2021 è stato confermato il taglio del cuneo fiscale, grazie al quale è stata introdotta una ulteriore detrazione per i redditi fino a 40 mila euro. In particolare le somme percepite saranno pari a:

  • 100 euro per redditi compresi  tra 8.174 euro e 28 mila euro all’anno;
  • fino a 80 euro al mese per redditi compresi tra 28 mila e 35 mila euro annui;
  • meno di 80 euro al mese per redditi tra 35 mila e 40 mila euro annui;
  • nessuna detrazione per redditi superiori a 40 mila euro.

È facile quindi intuire che all’aumentare della fascia di reddito si riduce la detrazione. In particolare, al fine di ottenere l’importo esatto non bisogna fare altro che applicare i seguenti calcoli:

  • per redditi tra 28.001 e 35 mila euro:
    • 960 + [240 * (35.000 – reddito complessivo)/ 7.000]
  • per redditi compresi tra 35.001 e 40 mila euro:
    • 960 * [(40.000 – reddito complessivo)/ 5.000]

In entrambi i casi bisogna dividere il risultato finale per 365, ovvero il numero di giorni di un anno. A questo punto moltiplicare per i giorni del mese di riferimento e in questo modo sarà possibile definire a quanto ammonta la cifra che riceveremo in più in busta paga.