Covid, in arrivo bonus spesa da 500 euro: a chi chiederlo

Buone notizie in arrivo per molti nuclei famigliari che potranno a breve beneficiare dell’arrivo di bonus spesa da 500 euro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte: Pixabay

Da quasi un anno il Covid è entrato a far parte delle nostre vite, finendo per cambiare molte nostre abitudini. Basti pensare all’utilizzo delle mascherine, ma anche al distanziamento sociale e alle varie restrizioni, che hanno portato molti esercenti a dover chiudere le proprie attività. Un periodo storico particolarmente difficile, con molte persone alle prese, purtroppo, con una grave crisi finanziaria.

Il fatturato di molte imprese ha subito un netto calo, con una conseguente riduzione delle entrate per molte famiglie italiane. Proprio per questo motivo si rende necessaria l’attuazione di misure ad hoc, grazie alle quali offrire un valido aiuto alle categorie maggiormente colpite da questa situazione. In questo ambito si inseriscono i bonus spesa da 500 euro, volti a sostenere le famiglie in difficoltà. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le informazioni da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Addio decreto Ristori, ecco il Dl Sostegno: tutti i soldi che stanno arrivando

LEGGI ANCHE >>> Arcuri silurato: quanto ha speso l’ex commissario per l’emergenza covid

Covid, in arrivo bonus spesa da 500 euro: tutto quello che c’è da sapere

spesa risparmio
Fonte: Pixabay

Importanti aiuti in arrivo per molte famiglie che si ritrovano a vivere un momento di difficoltà economica a causa della crisi conseguente l’impatto del Covid. Si tratta dei bonus spesa da 500 euro, che vengono messi a disposizione dai Comuni. A finanziare tale misura, ricordiamo, sono i 400 milioni di euro stanziati dal Governo Conte bis, con il decreto Ristori ter. Come già detto, si tratta di bandi comunali e proprio per questo motivo i requisiti richiesti per accedere a tale sostegno economico possono differire da un posto all’altro. In particolare i bonus spesa sono rivolti a nuclei famigliari che si ritrovano a vivere in condizioni economiche svantaggiate.

L’importo, in genere, può andare da un minimo di 100 euro fino ad un massimo di 500 euro, a seconda delle proprie condizioni. Tra i vari elementi, infatti, si considerano il numero di componenti del nucleo famigliare, il reddito e la presenza o meno di patrimonio immobiliare. Ogni bando, comunque, è indetto dai vari Comuni, con quest’ultimi che possono decidere le modalità di distribuzione e di richiesta di tale misura. Per maggiori informazioni, quindi, si invita a visitare il sito web del proprio Comune, in modo tale da poter verificare quali siano i requisiti richiesti e se il bando risulti ancora disponibile o meno.