La donna e le esigenze primarie: iniziativa che farà risparmiare tanti soldi

In arrivo un’iniziativa che farà risparmiare alle donne italiane ben 500 euro comprando un prodotto necessario.

festa donna“Siamo donne, oltre le gambe c’è di più”. Cantava Fiorella Mannoia in una celebre canzone. In occasione della festa delle donne, anche noi di conto corrente vogliamo fare gli auguri a tutte quelle che ci seguono e con fedeltà leggono i nostri articoli. Un grazie di cuore a tutte le donne del mondo. Proprio in occasione di questa ricorrenza, vogliamo parlarvi di un’iniziativa creata dalla Coop, che sarà attiva nella seconda settimana di marzo, E permetterà a molte donne di risparmiare una grande somma di denaro. Vediamo insieme di cosa si tratta: 

Iniziativa tutta rosa della Coop: 500 euro di risparmio

” Essere donna non è un lusso”. Questo lo slogan per l’iniziativa creata Coop a sostegno della parità di genere. Abolire la “pink tax” ovvero la tassa per l’acquisto di prodotti di genere femminile. Per tutta la seconda settimana di marzo la famosa catena di supermercati Coop, adeguerà i prezzi degli assorbenti e dei tamponi, mettendo l’IVA al 4% invece che all’attuale 22%. Una vera svolta nel mondo femminile! Infatti, attualmente , la tassa obbligatoria  applicata a questi articoli,  è la stessa anche per i prodotti non essenziali. In media il costo finale di un pacchetto di assorbenti si aggira intorno ai 4 euro. Facendo attenzione, sul totale del prezzo, la tassa da pagare è di  ben 1 euro, ovvero circa un quarto della spesa.

LEGGI ANCHE >>> 8 marzo, le donne più ricche del mondo: top ten

LEGGI ANCHE >>> 8 marzo Festa della Morte: cala la vendita delle mimose e Napoli scende in piazza

Quanto si può risparmiare con quest’iniziativa

Se si acquistano in quella settimana, tutte Le 12 confezioni, che basterebbero per circa un anno, si può risparmiare circa 11,28 euro. Se si togliesse del tutto la pink tax, adeguando la percentuale dell’IVA sull’arco medio della fertilità femminile si otterrebbe un risparmio di ben 500 euro. Alcune città europee come la Svezia, hanno già votato per promuovere quest’iniziativa.