87enne paga l’affitto ma viene sfrattata: “Non so dove andare”

È davvero incredibile la storia della signora Luciana che a 87 anni ha ricevuto la notifica di sfratto da parte della Curia nonostante continui a pagare regolarmente il canone di affitto. Ecco cosa è successo.

anziana

Gli ultimi mesi sono stati caratterizzati dall’impatto del Covid che continua a segnare negativamente le nostre vite, sia per quanto riguarda le relazioni sociali che per quanto concerne l’aspetto economico. Tante, purtroppo, le persone che si ritrovano a riscontare delle serie difficoltà nel riuscire a rispettare le varie scadenze, come ad esempio quelle delle varie bollette oppure del canone di affitto.

Proprio in questo contesto non può non destare interesse la storia della signora Luciana. A 87 anni, infatti, ha ricevuto una notifica di sfratto nonostante continui a pagare regolarmente il canone di locazione. Una situazione particolarmente difficile, quella che si ritrova a vivere al momento la donna, che ha di recente lanciato un appello ai microfoni di Pomeriggio 5. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> Sfratto al tempo del Covid, cosa fare se gli inquilini sono disoccupati

LEGGI ANCHE >>> Affitto, brutte notizie per gli inquilini morosi: cosa può fare il proprietario

87enne paga l’affitto ma viene sfrattata: l’appello della signora Luciana

non pagare l'affitto è un diritto

Ospite, in collegamento, della puntata di Pomeriggio 5 andata in onda lo scorso 5 marzo, la signora Luciana, di 87 anni, ha fatto sapere di avere ricevuto una notifica di sfratto da parte della Curia, nonostante continui a pagare regolarmente l’affitto. A quanto pare la signora non avrebbe pagato alcune spese condominiali. A tal proposito, nel programma condotto da Barbara D’Urso, l’87enne ha spiegato: “C’è una ragione perché ho deciso di non pagarle. Sono cominciati ad arrivarmi dei conguagli per le spese condominiali, con cui mi veniva richiesto il pagamento di esborsi assolutamente sproporzionati e che non corrispondevano in alcun modo agli importi a suo tempo pattuiti”.

Ha quindi proseguito: “Anche perché altrimenti non avrei nemmeno accettato e sottoscritto il contratto in quanto sarebbe stato per me eccessivamente oneroso. Ho sempre provveduto a pagare le altre scadenze contrattuali“. La signora ha poi sottolineato come la situazione sia ancora più difficile da gestire a causa del Covid. “Lo sfratto mi è stato comunicato lo scorso 25 novembre. Io continuo a chiedermi dove dovrei andare, visto che comunque l’affitto lo pago regolarmente. In ogni caso, fare un trasloco è per me impensabile per le mie condizioni fisiche, di salute e finanziarie. Non solo, anche perché io ora non mi muovo da casa perché ho davvero molto paura del Covid.

La risposta del referente della Curia

L’inviata di Pomeriggio 5, inoltre, ha cercato di chiedere delucidazioni in merito a un referente delle Curia. Quest’ultimo, raggiunto telefonicamente, ha risposto: “Guardi non entriamo nella questione, se è stato fatto qualcosa vuol dire che c’era un motivo, non è che ci siamo svegliati così… non desidero parlare. Basta”. Barbara D’Urso ha quindi lanciato un appello, con la speranza che qualcuno aiuti l’87enne a risolvere al più presto tale situazione.